Sullo sfondo, ma è ipotesi improbabile, resta l’incognita di eventuali elezioni nazionali

di Marco Brunacci

UMBRIA – Ormai sarebbe tutto deciso. Questo sa il presidente facente funzioni Regione Umbria, Fabio Paparelli. E anche la presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Donatella Porzi, avrebbe informazioni analoghe. Gli umbri saranno chiamati alle urne il 24 novembre prossimo.

A quanto sembra sia Emilia che Calabria, invece, andando a scadenza naturale della legislatura, dovrebbero votare in una data compresa nei primi due mesi del 2020. Questa data confermerebbe tutti i rumors di questi ultimi giorni. Non essendoci la possibilità di trovare una domenica compatibile prima del 24 novembre. Naturalmente resta l’incognita di eventuali elezioni nazionali. Ma a fine settimana prossima prossimo si scioglierà anche quest’ultimo nodo (che comunque non dovrebbe influire direttamente sull’Umbria): come si sa, infatti, il 20 luglio si chiude la finestra elettorale che consentirebbe al presidente Mattarella di sciogliere le Camere e far votare a settembre. Dal 21 luglio si può ipotizzare invece un voto nazionale solo nella prossima primavera.