Dalla Rocca alla Roccia… in musica: l’appuntamento nel Salone Antonini con Patrizio Scarponi (violino), Vito Vallini (violoncello) e Gualtiero Tambè (viola)

Il concerto, in programma domenica 21 luglio a Spoleto, rientra nel ricco cartellone di eventi di Dalla Rocca alla Roccia, progetto vincitore del bando Por Fesr 2014-2020 Imprese culturali e creative

SPOLETO (Perugia) – Un tributo al genio creativo e musicale di Ludwig van Beethoven (1770-1827) grazie all’interpretazione dell’Opera 3 n.1 e Opera 9 n.3 portata sul palco dal Trio di Perugia, che si esibirà domenica 21 luglio alle 19.30 alla Rocca Albornoziana, all’interno del Salone Antonini.

Il Trio d’archi di Perugia – Patrizio Scarponi (violino), Vito Vallini (violoncello) e Gualtiero Tambè (viola) – è formato da eccelsi musicisti che si sono esibiti nei più prestigiosi palchi del mondo e che vantano esperienze artistiche sia come solisti sia come parte di orchestre prestigiose. Il Trio eseguirà musiche di Beethoven; in particolare l’Opera 3 n. 1 e Opera 9 n. 3 in Do Minore. Il concerto rientra nel ricco cartellone di eventi di Dalla Rocca alla Roccia, progetto vincitore del bando Por Fesr 2014-2020 Imprese culturali e creative e realizzato da Rete Icaro, un raggruppamento temporaneo di imprese che opera nel campo della valorizzazione del territorio e dell’economia locale.

Della Rete Icaro fanno parte Hyla Nature Experience, capofila del progetto; Int.Geo.Mod. Srl, ex spin off dell’Università degli Studi di Perugia e la Società Cooperativa Link 3C. Al concerto seguirà un’apericena a cura dello Chef Alberto Vallefuoco del Ristorante Carfagna di Assisi e del catering Istinti del Gusto., con un contributo di Cancelloni Food Service Spa.

Trio d’Archi di Perugia

Patrizio Scarponi ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio di Musica F. Morlacchi di Perugia, diplomandosi brillantemente sotto la guida del M° Arnaldo Apostoli. Successivamente si è perfezionato con G. Munch e V. Tatrai. Ha fatto parte come primo violino di orchestre sinfoniche quali La Nuova Aidem di Firenze, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e l’Orchestra Sinfonica Umbra, e ha partecipato in qualità di solista a varie formazioni cameristiche (Quintetto Scarponi, Synphonia Perusina, Assisi Musica, Solisti di Roma, etc.). Ha effettuato innumerevoli registrazioni per la RAI-Radio Televisione Italiana. Sudwestfunk, radio spagnola, portoghese, cecoslovacca e vaticana e ha inciso per le più importanti case discografiche RCA, Nuova Era, Dynamic, Sony, Edipan. Nel 1997 è stato invitato personalmente dal compianto M° Giuseppe Sinopoli a far parte dei Solisti della Filarmonica Romana. Collabora stabilmente con l’orchestra sinfonica creata e diretta dal maestro Ennio Morricone e fa parte dell’orchestra da camera I Filarmonici di Roma fondata e diretta dal Maestro Uto Ughi. È primo violino solista e concertatore dell’Orchestra da Camera dell’Umbria. È docente di violino presso il Conservatorio di Musica di Perugia.

Vito Vallini si diploma con il massimo dei voti al Conservatorio F. Morlacchi di Perugia e si perfeziona all’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma con Amedeo Baldovino (violoncello) e Pina Carmirelli (Musica da Camera) comincia un’intensa attività concertistica con il Quartetto di Perugia. Collabora in varie tournée con I Musici di Roma suonando anche alla Carnegie Hall di New York. Ha fatto parte dell’Orchestra Sinfonica di S. Cecilia e per circa tre anni ha ricoperto il ruolo di altro primo Violoncello al Teatro dell’Opera di Roma. Dal 1963 è il violoncello dei Solisti Aquilani con i quali ha suonato in tutto il mondo, come solista, concerti di Tartini, Vivaldi, Leo, Cirri, Borghi. Ha inciso per Ricordi, Bongiovanni, Edipan, Dynamic. È docente di Violoncello presso il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia. Suona un eccellente T. Steiner del 1700, che alterna in relazione ai programmi con uno S. Scarampella e con una pregevole copia ottocentesca di G.B. Guadagnini.

Gualtiero Tambè si è diplomato sotto la guida di Umberto Spiga; in seguito, si è perfezionato con Piero Farulli. Ha collaborato con I Solisti Aquilani, l’orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia e l’Orchestra Sinfonica della RAI di Roma. Ha collaborato come prima viola con il Teatro La Fenice di Venezia, La Roma Sinfonietta, l’Orchestra del centenario verdiano a Parma, l’Orchestra sinfonica di Perugia. Ha registrato per la RAI, la Radio vaticana, RCA. È titolare della cattedra di violino presso il Conservatorio di musica di S. Cecilia di Roma.