La novità di questa edizione al teatro Clitunno

TREVI (Perugia) – Mercoledì 31 luglio alle 21.30 al Teatro Clitunno il Festival Federico Cesi (Ffc) musica urbis allestirà ‘Le nozze di Figaro’, opera in tre atti di Wolfgang Amadeus Mozart, su libretto di Lorenzo Da Ponte (ispirato a un lavoro del Beaumarchais).

Capolavoro assoluto del genio mozartiano, l’opera è proposta in una rilettura e adattamento ispirati alla commedia dell’arte del regista Andrea Brugnera, rientrato appositamente in Italia dai suoi impegni artistici in Germania. Le scene sono a cura di Gino Copelli. Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con l’Ente Festa del Rinascimento di Acquasparta ed è sostenuto da Pc Cube di Roma. “Dopo oltre 50 anni – ha spiegato Annalisa Pellegrini, direttore artistico del Ffc – grazie anche alla lungimiranza dell’amministrazione comunale di Trevi, torna l’opera al teatro Clitunno. Una produzione originale del Festival Federico Cesi musica urbis che vede il debutto di giovani promesse della lirica, vincitrici del concorso internazionale Working opera studio 2019. La direzione musicale è affidata al Maestro Shin Inchul in collaborazione con l’Associazione coreani in Italia e l’ottimizzazione vocale del maestro Mariangela di Giamberardino. Un evento importante non solo per il festival ma anche per la città di Trevi in cui il bellissimo teatro di tradizione torna finalmente alle origini ospitando una delle opere più famose di Mozart”. In quest’opera buffa viene superato il motivo del Riconoscimento finale dei protagonisti, tipico della Commedia dell’arte e che tutto riconduce alla stato di potere ristabilendo le gerarchie sociali, a favore dell’eroe borghese oppositore di antichi privilegi, ma soprattutto a favore delle poetiche del femminile, vero motore di emancipazione storica e sociale: tema sempre vivo per cui la direzione artistica del festival, Annalisa Pellegrini, e la direzione didattica Stefano Palamidessi, hanno scelto di realizzarne un nuovo allestimento in forma leggera e godibile da un ampio pubblico.

«Una scena povera, qualche arredo, oggetti, elementi di fortuna che si trasformano in praticabili, in letti, in labirinti di verzura. Quel giaciglio che serve per il talamo e intorno al quale, come marionette irrequiete, tutti si muovono e tutti si rincorrono», ha raccontato lo scenografo Gino Copelli, in stretta collaborazione con il regista Andrea Brugnera. «I personaggi – ha precisato Copelli – emergono e sono loro il teatro e il canto: la scena è fatta dalle loro emozioni e dai loro palpiti, sentimenti, dalle loro passioni. Il tutto è suggerito e animato da frequenze in chiaroscuro, da frasi d’ombra e luce all’interno delle quali muovono i colori secenteschi dei costumi e delle maschere. Le nozze di Figaro è una marsigliese dedicata all’amore. L’amore come prigione spesso ma anche come arma e verità. Per questo ci continua ad affascinare». Dopo la novità 2019 (l’opera) prosegue la fitta programmazione del Ffc a Trevi, in omaggio al genio mozartiano con due concerti a ingresso gratuito, giovedì primo agosto e venerdì 2 agosto, in cui il Ridotto dell’Orchestra internazionale di Roma eseguirà alcune delle pagine più belle della produzione sinfonica, lirica e per pianoforte e orchestra di Mozart, Haydn e Beethoven. Sempre venerdì 2, ma alle 21.30 al Chiostro di san Francesco, è in programma il concerto “Il volo’, con il duo Alessandro Crosta (flauto) e Nadia Testa (pianoforte) che eseguirà parafrasi d’opera e musiche di ispirazione popolare di tutto il mondo: un viaggio sonoro che stuzzicherà la curiosità e l’immaginazione. Infine, domenica 4 nella sala Salomone di Villa Fabri, alle 12, in anteprima nazionale verrà presentata la biografia della pianista Gilda Ruta, amatissima da Arturo Toscanini. Sarà presente l’autore del libro e ricercatore Giovanni Vigliar. Durante la conferenza verranno eseguiti dal vivo brani inediti della Ruta composti per la maggior parte durante il suo soggiorno americano; esecutori saranno i giovani concertisti di FH Giovani.

La dodicesima edizione del festival di musica classica, organizzato dall’associazione culturale Fabrica Harmonica, andrà avanti fino a domenica primo settembre. Per il programma completo si può consultare il sito web www.festivalfedericocesi.com.