Ecco come farsi risarcire

PERUGIA – Spacciate per auto appena revisionate e in ottime condizioni, e invece erano macchine cui erano stati tolti fino a 200mila chilometri: questa, la truffa del contachilometri scoperta dai carabinieri di Ancona e che ha visto tra le vittime anche diversi automobilisti umbri.

Almeno tredici, i casi accertati per l’Umbria su un totale di 140 auto vendute illegalmente dalla banda stroncata dai militari. Ma l’inchiesta è ancora in corso e potrebbero dunque esserci altre macchine in giro per le strade dell’Umbria in condizioni di potenziale e particolare pericolo dal momento che, grazie a un’apparecchiatura sofisticata, la banda riusciva a abbassare anche del triplo il chilometraggio delle automobili poi vendute praticamente in tutta Italia.

A tal proposito, l’Associazione Codici è a disposizione dei consumatori coinvolti nella truffa. Chi è stato vittima del raggiro può contattare lo sportello nazionale al numero 06.5571996 oppure all’indirizzo email segreteria_nazionale@codici.org