A Castiglion Fosco la tre giorni promossa dall’associazione dei produttori locali, tra degustazioni, musica e camminata

PIEGARO (Perugia) – Leggero, ma fragrante e saporito. È il particolare olio della Valnestore: un prodotto sempre più apprezzato e a cui un piccolo gruppo di produttori locali si sta dedicando, tanto da organizzare – per esaltarne la tipicità – una tre giorni per celebrare il pregiato alimento.

Dal 14 al 16 di giugno, a Castiglion Fosco, va in scena la nuova edizione de “La Vallata d’oro”: si parte il venerdì con l’apericena di benvenuto, in collaborazione con i produttori. Due band allieteranno la serata: alle 19,30 i Namasté e alle 21,30 la storica Living Band. Sabato 15 sarà la giornata dedicata agli esperti, a chi lavora nel settore e ai buongustai più esigenti, con un convegno moderato dall’esperto Maurizio Pescari che parlerà del piano olivicolo regionale, smantellerà i tanti luoghi comuni e pregiudizi sull’olio e rifletterà su come sviluppare un’economia intorno a questo prodotto. Ci sarà anche una finestra innovativa e interessante sui fiori commestibili, con Barbara Ruffoni dell’ente Crea di Sanremo. Per i buongustai, la cena dedicata all’evento e firmata Lucio Tabarrini, solo su prenotazione. Il finale in musica sarà affidato alla band di Antonella Falteri.

Domenica 16 infine, si comincia di buon mattino, alle 8.45, con la camminata organizzata dall’Associazione L’Olivo e la Ginestra, dieci chilometri incantevoli e benefici intorno alle colline di Castiglion Fosco (si parte da Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa), quindi a mezzogiorno la tappa delle Moto d’Epoca Camep, alle 15 le degustazioni guidate degli Oli d’Italia, cui seguirà il gioco olfattivo “Prova il tuo naso” e ancora musica con oVerdOne, quindi il saluto volante degli ultraleggeri. Il gran finale sempre nel pomeriggio di domenica con il premio “La Vallata d’Oro”, riconoscimento ai migliori oli umbri del 2018.