La donazione per Day surgery e Ostetricia e ginecologia in favore dei pazienti

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Undici televisori, per i pazienti e chi li assiste durante la degenza in ospedale.

Sono quelli donati dal Lions Club di Città di Castello che prosegue così il suo impegno in favore del presidio ospedaliero della Usl Umbria 1. E continua pensando al comfort dei pazienti ricoverati con la donazione di otto televisori per il Day surgery e tre per il reparto di Ostetricia e ginecologia. La donazione è stata presentata dal commissario straordinario della Usl Umbria 1 Andrea Casciari, dal presidente del Lions Club Riccardo Ricci e dal sindaco Luciano Bacchetta.

«Abbiamo accolto – ha detto Riccardo Ricci, presidente del Lions Club Città di Castello – con favore la richiesta dei nuovi televisori, arrivata dal direttore sanitario del presidio ospedaliero di Città di Castello, Silvio Pasqui, perché vogliamo contribuire a dare sollievo alla degenza del malato anche dandogli modo di distrarsi durante le ore di ricovero, facendolo, al tempo stesso anche sentire un po’ a casa. Il Lions Club continuerà anche in futuro a sostenere, per le proprie possibilità, l’attività della Usl Umbria 1 e dell’ospedale». Un ringraziamento al Lions Club è arrivato dal commissario straordinarioAndrea Casciari per questa e per altre attività che sono state portate avanti nel corso del tempo. «Il Lions – ha aggiunto – è da sempre presente nella vita dell’ospedale di Città di Castello e voglio ringraziarli per portare avanti questo impegno che ha permesso alla Usl Umbria 1 di dotarsi di strumentazioni importanti dal punto di vista sia sanitario che dell’intrattenimento, come in questo caso, per migliorare il presidio ospedaliero e l’esperienza del ricovero dei malati».

Il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta si è unito ai ringraziamenti rimarcando come il ruolo del volontariato nella vita di Città di Castello sia fondamentale. «Si tratta di un patrimonio importante che dimostra la sensibilità dell’intera popolazione verso la sofferenza e lo spirito di appartenenza all’intera comunità cittadina. Per questo voglio ringraziare tutto il mondo dell’associazionismo per il grande lavoro che svolgono ogni giorno a fianco dell’ospedale e di tutta la cittadinanza».

I televisori sono stati già installati e sono già in funzione, a disposizione dei malati e di chi li assiste.