La preziosa collaborazione dei vigili del fuoco di Norcia

VALLO DI NERA – Il campanile della chiesa di San Michele Arcangelo a Meggiano di Vallo di Nera ha una nuova campana prodotta dalla fonderia Trebino di Uscio di Genova.

L’antica campana maggiore risalente al 1477, e proveniente dalla chiesa di Santa Maria de Pedemonte, era stata lesionata irrimediabilmente ed è stata così sostituita con una nuova di bronzo, oro e argento che reca l’immagine di San Michele Arcangelo e la supplica al Santo di proteggere i parrocchiani di Meggiano. Sul sagrato della chiesa, pronti ad accogliere Carmela e il campanaro Angelo, tornati dal lungo viaggio, c’era tutto il Comitato parrocchiale, il parroco don Sebastian e l’intero paese, in un clima di devozione ed entusiasmo. Le operazioni di smontaggio della vecchia campana e di collocamento della nuova sono avvenute grazie alla preziosa collaborazione dei vigili del fuoco del distaccamento di Norcia. Il Comune di Vallo di Nera e l’Università Agraria di Meggiano-Piedipaterno hanno contribuito alle spese d’acquisto.

«Un evento epocale – hanno detto i parrocchiani durante la benedizione e all’uscita dalla messa – che sarà ricordato per molto tempo e che ci ha visto protagonisti». Il campanile di San Michele Arcangelo, del tipo a vela, ha tre aperture: due accoppiate e una soprastante. La campana è allocata in uno dei fornici inferiori e il suo suono, nitido e vibrante si è diffuso per tutta la montagna. La campana vecchia, invece, dopo lo smontaggio dal castelletto, è stata sistemata all’interno della chiesa, dove resterà per essere ammirata da tutti, a ricordo delle tante pagine di vita e dei secoli scanditi dai suoi rintocchi.