I carabinieri di Todi scoprono una rete di giovanissimi spacciatori e consumatori

TODI – Una gang di ragazzini e una rete di coetanei: questa, la fotografia inquietante della maxi operazione antidroga messa in atto dai carabinieri.

Nell’ambito dell’attività di controllo  del territorio finalizzate alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, seguendo le direttive impartite dalla locale Compagnia e dal Comando Provinciale di Perugia, i carabinieri di Todi hanno concluso un’indagine che ha visto coinvolti diciassette ragazzi, tra maggiorenni e minori ritenuti responsabili di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e di detenzione per uso personale.

I militari, dopo otto mesi di servizi di osservazione di un gruppo di giovani della Media Valle del Tevere, sono riusciti a ricostruire una fitta rete costituita da giovani dediti allo spaccio  e consumo personale di sostanze stupefacenti che si muoveva anche nelle scuole

La gang, composta per la maggior parte da minorenni e da qualche maggiorenne, è stata così disarticolata dai carabinieri che, su disposizione della procura di Spoleto, hanno arrestato 3 ragazzi e denunciati altri 14. Inoltre sono stati segnalati alla prefettura come assuntori altri diciotto giovanissimi, sorpresi mentre stavano consumando stupefacenti.

Le perquisizioni effettuate hanno consentito, inoltre,  di recuperare 80 grammi di hashish e marijuana, otto piante canapa indiana e di trovare in una serra  attrezzi per la coltivazione e materiale per il  confezionamento dello stupefacente.