L’accusa è di resistenza a pubblico ufficiale: l’operazione della polizia di Assisi

BASTIA UMBRA (Perugia) – Ha preso a pugni la porta di casa della madre, l’ha minacciata e, all’intervento dei poliziotti, ha aggredito anche gli agenti.

Così è stato arrestato un giovane assisano, segnalato mentre prendeva a pugni il portone della mamma, urlando di voler entrare in casa. Intervenuti sul posto i poliziotti del commissariato di Assisi, hanno accertato il danneggiamento della porta, che presentava due grossi buchi e, dopo una breve perlustrazione, hanno rintracciato il giovane. L’uomo ha iniziato a inveire contro gli agenti. Dopo alcuni minuti è giunta a bordo della sua auto anche la madre, alla vista della quale il giovane ha iniziato a rivolgerle gravi minacce.
Gli agenti hanno tentato allora di identificare il giovane, ma questi, dapprima ha inveito nuovamente contro i poliziotti e poi si è data alla fuga.
Poco dopo, il giovane, un cittadino italiano 32enne di Assisi, con precedenti per reati contro il patrimonio e di fatto senza fissa dimora, nuovamente rintracciato dalle forze dell’ordine, ha opposto resistenza scagliandosi contro i poliziotti, aggredendoli.
Gli agenti sono riusciti a bloccare il 32enne, traendolo in arresto per resistenza a pubblico ufficiale, senza che alcuno riportasse lesioni. Al termine delle attività di rito, l’uomo è stato posto a disposizione dell’autorità giudiziaria.