Il Comune di Città di Castello e Sogepu lanciano una campagna in tutto il territorio

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Il Comune di Città di Castello e Sogepu avvieranno da venerdì 17 maggio una campagna di controlli sulla raccolta differenziata finalizzata a contrastare gli erronei conferimenti dei rifiuti e ad aumentare la consapevolezza degli utenti delle corrette modalità di smaltimento dei diversi materiali.

Rispetto alla totalità delle oltre 16mila utenze complessive del territorio comunale, le verifiche a campione interesseranno in questa prima fase solamente le unità abitative condominiali e saranno effettuate dagli agenti della polizia municipale e dagli ispettori ambientali di Sogepu, che procederanno congiuntamente agli accertamenti, soprattutto sui contenitori del rifiuto indifferenziato, nel quale sono conferiti impropriamente organico, carta, vetro e plastica, che possono essere utilmente riciclati, anziché finire in discarica.
«Fare bene la raccolta differenziata è un dovere civico e un obbligo di legge, che aiuta a salvaguardare l’ambiente e permette di contenere i costi dei servizi per i cittadini», afferma l’assessorato comunale all’Ambiente, che sottolinea come «gli obiettivi cui, gestendo correttamente i rifiuti, contribuisce con senso di responsabilità la maggioranza dei tifernati, grazie ai quali in undici anni di attuazione del servizio ‘porta a porta’ la raccolta differenziata comunale è aumentata di oltre 40 punti percentuali, non possono essere messi in discussione dai cosiddetti ‘ furbetti’, da chi contravviene alle disposizioni sulla corretta separazione dei materiali e vanifica così anche gli importanti investimenti sostenuti per la nuova impiantistica del Polo di Belladanza».
I controlli avranno una modalità di attuazione standard: se la raccolta differenziata sarà stata effettuata in modo corretto verrà apposto sul contenitore un adesivo verde, mentre in caso di erroneo conferimento sarà applicato un adesivo giallo, con la segnalazione scritta all’utenza condominiale dei materiali non conformi che sono stati rivenuti e la consegna di un’informativa sulle corrette modalità di separazione. In questo caso, alla prima verifica ne seguirà una seconda, che porterà all’apposizione di un adesivo rosso qualora permangano i conferimenti non conformi: il contenitore non verrà svuotato da Sogepu e verrà stilato un verbale, corredato da documentazione fotografica, che avvierà la procedura di sanzione da parte della polizia municipale, con multe che potranno raggiungere i 500 euro.
«Stiamo producendo il massimo sforzo per migliorare la qualità della raccolta differenziata e raggiungere i traguardi posti dalla Regione – puntualizza l’assessorato all’Ambiente – per cui siamo certi che i nostri concittadini comprenderanno l’importanza di questa iniziativa, dalla quale la maggior parte di loro non ha alcunché da temere, ma solo da guadagnare quanto a sostenibilità ambientale ed economica della gestione dei rifiuti».
Negli ultimi tre anni gli investimenti e l’ottimizzazione dei servizi da parte di Sogepu hanno consentito al Comune di abbassare del 16 per cento la Tari per le utenze domestiche, aumentando contestualmente la raccolta differenziata: attualmente la percentuale raggiunta a Città di Castello è del 65 per cento e la quota fissata dalla Regione Umbria per la fine del 2019 è pari al 72,3 per cento.

Il calendario

Da venerdì 17 a lunedì 20 maggio i controlli interesseranno le zone di Meltina e Montedoro; da martedì 21 a giovedì 23 maggio sarà volta di Riosecco e del Quartiere Ecologico; da venerdì 24 a lunedì 27 maggio toccherà a La Tina; dal 28 al 30 maggio sarà il turno di Cerbara e da venerdì 31 maggio a lunedì 3 giugno i controlli interesseranno il quartiere Madonna del Latte.
Le verifiche continueranno nel mese di giugno, con Comune e Sogepu che nei prossimi giorni provvederanno a informare i cittadini sulle date nelle quali le restanti zone del territorio saranno coinvolte.
Per ogni informazione in merito allo svolgimento dei servizi sono a disposizione il numero verde di Sogepu 800.132152 e l’indirizzo di posta elettronica ecosportello@sogepu.com.

Controlli Rd 2019 - 12