Non solo le sonorità ‘80/’90 con famosi dj, ma anche gospel, poesia e sorprese

PERUGIA – Dopo l’esordio dedicato essenzialmente alle sonorità ‘70 e ’80, che ha saputo attrarre più di 300 persone, Jonny Joker raddoppia: per la seconda serata in cartellone oltre alla musica ci sarà infatti spazio anche per l’arte.

La rassegna di “Dance Theatre”, che ha per obiettivo di far rivivere “le feste di una volta”, sabato 11 maggio a partire dalle 22 fa tappa al Rework di Sant’Andrea delle Fratte (via Manna, 33; ingresso gratuito per le donne entro le 23.30) e prevede una serata del tutto esclusiva in cui verranno riservate al pubblico magiche sorprese in una fusione appunto tra musica e arte, con i dj certamente a farla da padrone, ma anche con alcuni momenti che si collocano tra lo spettacolo e l’estro di alcuni ospiti speciali. In avvio, infatti, gli organizzatori hanno previsto uno spazio per la poesia con lettura di versi inediti accompagnati dalla musica del violinista Federico Galieni. Poi sarà il momento del Gospel Show, grazie al contributo del gruppo Trasimeno Gospel, pronto a riscaldare l’atmosfera prima del clou della serata in cui verrà sviluppato il tema intorno all’eccentrica figura di Grace Jones, che con le sue rivisitazioni ed il suo look ha infiammato le scene degli ultimi decenni del secolo scorso. Una controfigura della cantante giamaicana impreziosirà il palco del Rework, dove si alterneranno alla consolle i celebri personaggi delle notti perugine e non solo Viceversa e Faust-T insieme al resident di Jonny Joker DJ Mik 1 (Michelone Bianchi) e al Music Mind nonché resident Dj Fred (Fernando Zerbini).

«Con questo progetto artistico – spiegano Stefano Cocchioni e Lorenzo Boni, che guidano il folto gruppo degli organizzatori – intendiamo rivisitare il concetto di “dance theatre” traghettato dal mondo della danza e della dance con l’aggiunta di scenografie da parte del nostro staff d’animazione, in cui anche gli invitati potranno esprimere le proprie attitudini e le proprie professionalità, in un crescendo di valore artistico, attraverso spettacoli teatrali a sorpresa, balletti, realizzazione di opere d’arte estemporanee, improvvisazione di esibizioni canore».
Tutti gli intervenuti potranno interagire con gli artisti presenti e potranno approfittare di uno spazio a sorpresa dedicato al “mistero”. Anche questa serata, per chi non riuscirà ad essere presente, potrà essere seguita sulla radio on line ufficiale del tour oldbridgeradio.it.