Il concerto Fantasia Italiana di Cristiana Pegoraro e Lorenzo Porzio alla Carnegie Hall

NARNI (Terni) – Il Narnia Festival ha debuttato a New York. Lo ha fatto alla Carnegie Hall, accompagnando il suo direttore artistico Cristiana Pegoraro e il direttore musicale Lorenzo Porzio nell’apertura della loro nuova tournée Fantasia Italiana.

Con i due artisti si è infatti esibito il Chamber Ensemble of Rome, orchestra fondata da Pegoraro e Porzio nel 2016, che raccoglie giovani musicisti provenienti da rinomate orchestre italiane e dai corsi di alto perfezionamento artistico del Narnia Festival. Con loro anche alcuni insegnanti della kermesse che lega varie forme d’arte sul filo conduttore della musica, in programma per l’edizione 2019, tra Narni e altre città umbre, dal 17 luglio al 4 agosto.
«È stata una bellissima occasione – ha commentato Cristiana Pegoraro – per far conoscere il festival anche in questa città meravigliosa e un’importante esperienza per i ragazzi che sono potuti stare una settimana a New York facendo lezione con grandi maestri della Juilliard e partecipando a questo concerto in una delle sale più prestigiose del mondo». Il repertorio eseguito durante l’esibizione è stato un omaggio all’Italia in una versione del tutto particolare. «È un programma tutto italiano – ha proseguito Pegoraro – con Le Quattro Stagioni di Vivaldi e alcune ouverture di Rossini, proposte in trascrizioni per pianoforte e orchestra curate da me e dal maestro Porzio. Con queste inedite trascrizioni abbiamo voluto dare un nostro apporto personale al progetto».
La presenza dei giovani musicisti a New York dimostra la grande attenzione che il Narnia Festival pone ai percorsi formativi che propone ai partecipanti e nei quali ha incluso anche questa esperienza all’estero, resa possibile grazie al contributo della Fondazione Cultura e Arte, emanazione della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale presieduta dal Professor Avvocato Emmanuele F. M. Emanuele. «Contiamo di essere a New York ogni anno come appendice del Narnia Festival – ha annunciato Cristiana Pegoraro –. Avremo anche tanti altri progetti internazionali che andremo a sviluppare in diversi Paesi per rendere il Narnia Festival sempre più importante e contribuire a far conoscere l’Umbria in tutto il mondo». «Al Narnia Festival – ha concluso il direttore artistico – teniamo molto ai corsi di perfezionamento. Quest’anno abbiamo ben nove sezioni che vanno dallo strumentale al vocale e poi programmi di opera, di danza classica, moderna e contemporanea, di tango argentino, di lingua e cultura italiana, cultura e piacere e tanto altro, con oltre 50 insegnanti provenienti dalle più prestigiose accademie e orchestre del mondo. È un’offerta molto ampia e di altissimo livello».

I corsi, per i quali le iscrizioni sono aperte, si terranno a Narni, in concomitanza con il Narnia Festival, dal 17 luglio al 4 agosto. Per informazioni: www.narniafestival.com.