Il programma completo

PERUGIA – Al via l’edizione numero 27 di Cantine Aperte, sabato 25 e domenica 26 maggio. In Umbria ben 48 cantine socie del movimento Turismo del Vino apriranno le porte ai turisti del vino, con un’edizione tutta rinnovata, all’insegna della qualità dell’offerta e della sostenibilità ambientale, ma anche del bere consapevole e della sicurezza sulla strada.

L’EVOLUZIONE

Obiettivo delle cantine aperte umbre è, infatti, proprio quello di proporre al pubblico un’edizione di Cantine Aperte in evoluzione verso un’accoglienza ancora più personalizzata, che -sia il sabato che la domenica- permetta ai turisti del vino di far conoscere e apprezzare a pieno la produzione enologica, il paesaggio e la cultura locale.
Incontri a tema, pranzi e cene a base di piatti della tradizione umbra e degustazioni guidate dagli esperti delle cantine, in ambienti riservati e accoglienti, su prenotazione, saranno l’occasione per lasciarsi coccolare dalla perfetta ospitalità delle cantine umbre e per godere al massimo dell’enogastronomia tipica più elevata. Il ticket degustazione di 5 euro –il cui ricavato, peraltro, sarà destinato ad Airc e alla ricerca contro il cancro- darà diritto ad un assaggio di vino. Quindi, ogni cantina prevede un programma a pagamento di degustazioni e abbinamenti a scelta.

A sottolineare ancora meglio l’importanza che il movimento regionale e le cantine attribuiscono alla qualità non solo del vino, ma anche dell’accoglienza e del servizio offerto al turista del vino, nonché alla preservazione del paesaggio, l’edizione 2019 di Cantine Aperte in Umbria sarà Eco friendly, ancora più attenta all’ambiente e alla sostenibilità.

«Il disciplinare di cui il movimento si è dotato ormai da qualche anno per l’accoglienza all’enoturista – ha spiegato Filippo Antonelli, Presidente del Movimento Turismo del Vino dell’Umbria – prevedeva già il non utilizzo dei bicchieri di plastica per il vino, ma anche in virtù della nuova legge sull’enoturismo, abbiamo ritenuto opportuno ridurre l’uso di plastica e materiali non riusabili, per dare un segnale forte rispetto alla nostra idea di un mondo non “mordi e fuggi”, ma anzi da gustare a pieno e con la dovuta calma».

«Nel 2019, inoltre, – ha proseguito Antonelli – abbiamo voluto porre ancora di più l’accento sulla qualità, sull’evoluzione verso una sempre più diffusa cultura del vino, legata agli aspetti produttivi, al rapporto con il produttore, alla promozione del territorio e delle sue eccellenze, perché l’enoturista sia consapevole e dia il giusto valore a quello che si ha nel bicchiere. Grazie all’opportunità di confronto diretto con il produttore e gli esperti della cantina, -ha aggiunto- così come di partecipazione su prenotazione ai momenti degustativi che sono vere e proprie occasioni di conoscenza della storia e delle tradizioni del territorio, il pubblico può imparare e apprezzare meglio tutto ciò che riguarda il vino, il che significa poi anche berlo al meglio, gustandolo senza eccessi. Vogliamo, infine, -ha concluso il Presidente MTV Umbria- contribuire a promuovere un approccio consapevole e responsabile al vino, soprattutto da parte dei giovani, disincentivandoli ad un bere fine a se stesso che non è certo positivo. E chi può farlo meglio di noi produttori, che sappiamo bene come quel vino nasce?».
A questo proposito, nel corso dell’incontro che si è svolto venerdì scorso in Prefettura, il Movimento Turismo del Vino dell’Umbria ha ribadito la piena collaborazione, al fine di garantire la sicurezza stradale in occasione dell’evento.

INIZIATIVE E COLLABORAZIONI

Sabato 25 maggio tornerà, come ormai è tradizione, la tanto attesa cena A Tavola col Vignaiolo in 19 delle cantine aderenti: a Perugia, Agricola Goretti e Chiorri Azienda Agraria, a Montefalco e Colli Martani Antonelli San Marco, Cantina Lungarotti, Cantina Terre de’ Trinci, Fongoli, Le Cimate, Milziade Antano Fattoria Colleallodole, Perticaia e Baldassarri; a Torgiano Cantina Lungarotti e Terre Margaritelli, quindi a Todi Roccafiore e Fattoria di Monticello, Madrevite a Castiglione del Lago e Pucciarella a Magione. Infine, in provincia di Terni, Agricola Palazzone a Orvieto, Castello di Corbara e Tenuta Vitalonga a Ficulle. Per prenotazioni e informazioni sulla cena è possibile contattare le singole cantine.
Cantine Aperte 2019 sarà ancora occasione per la promozione integrata dell’offerta turistica territoriale, grazie alla collaborazione tra MTV Umbria e Federalberghi Umbria. Si potrà, infatti, soggiornare in alcuni hotel selezionati del cuore verde d’Italia e arricchire la propria vacanza con informazioni, sconti e visite guidate in cantina.

Domenica 26 Maggio, in occasione della kermesse, la Strada dei Vini del Cantico ha organizzato Cantico Wine Bus, il servizio navetta per partecipare a Cantine Aperte, con quattro itinerari, a partire da Torgiano (Piazza Matteotti – Giardini pubblici). I primi due tour partiranno alle 10,40 (con ritrovo alle 10,30 e rientro previsto alle 18,30) e gli altri due alle 14,15 (con ritrovo alle 14,00 e rientro alle 19,30). Partenze garantite con minimo 40 partecipanti.

Il Tour 1 prevede: Cantina Goretti (Perugia – Pila), Cantina Chiorri (Perugia – Sant’Enea).
Salite possibili lungo il percorso: h 10.45 San Martino in Campo parcheggio Alla Posta dei Donini (via Deruta).
Il Tour 2: Cantina Castello Monte Vibiano Vecchio (Marsciano) e Cantina Roccafiore (Todi).
Salite possibili lungo il percorso: h 10.55 Marsciano distributore metano (Str. Della Barca).
Il Tour 3: Cantina Sportoletti (Spello) e Cantina Di Filippo (Cannara).
Salite possibili lungo il percorso: h 14.25 Bastia Umbra parcheggio stadio Piazza Bakunin (vicino UmbriaFiere).
Infine, il Tour 4: Cantina Saio (Assisi) e Cantina Terre Margaritelli (Torgiano).
Salite possibili lungo il percorso: h 14.25 Bastia Umbra parcheggio stadio Piazza Bakunin (vicino UmbriaFiere).
Le prenotazioni dovranno essere effettuate entro e non oltre lunedì 20 maggio. Il costo del servizio è di 15,00 a persona (La quota comprende acqua a bordo; non comprende l’acquisto di calici e tasche portabicchiere per l’evento)
Per maggiori info e prenotazioni: Tel 075.6211682 / info@stradadeivinidelcantico.it
Anche altre cantine, nell’ambito del proprio programma, hanno attivato per le giornate di sabato e domenica servizi navetta gratuiti per i propri ospiti. Per informazioni al riguardo si consiglia di verificare direttamente con le cantine.

Domenica 26 maggio, per l’intera giornata, ogni cantina proporrà un ricco calendario di appuntamenti per tutti, compresi gli amici a quattro zampe, a cui -per il secondo anno consecutivo- sarà riservata un’accoglienza coi fiocchi in appositi spazi.

Si rinnova anche per il 2019 la partnership di MTV Umbria con AIRC per contribuire a finanziare la ricerca contro il cancro. Volontari dell’associazione saranno presenti nelle cantine aderenti per promuovere, attraverso l’acquisto del calice e della tasca portabicchiere personalizzata, la raccolta fondi e per fornire tutte le informazioni su Airc e sulle sue attività.

Con lo slogan Le Cantine Aperte siamo noi! e l’apposito marchio di riconoscimento, le cantine socie del Movimento Turismo del Vino che aderiscono all’iniziativa invitato i turisti del vino a diffidare dalle imitazioni, ricordando che l’associazione si è dotata già da tempo di un vero e proprio disciplinare dell’accoglienza e che Cantine Aperte è un marchio registrato di proprietà del Movimento.

Per tenersi aggiornati su Cantine Aperte e tutte le attività del Movimento Turismo del Vino dell’Umbria:
www.mtvumbria.it
Facebook: @MovimentoTurismoDelVinoUmbria
Twitter: @MTVUmbria
Instagram: @mtvumbria

19.05.18_Elenco Cantine Aperte_con attività