L’Unione dei Comuni del Trasimeno aderisce al protocollo d’intesa dei Comuni toscani

di Unione dei Comuni dei Trasimeno – Akropolis
(riceviamo e pubblichiamo)

CASTIGLIONE DEL LAGO (Perugia) – Il territorio del Trasimeno è particolarmente carente nei collegamenti ferroviari: appare quindi è necessario provvedere ad un rafforzamento complessivo sia dal punto di vista viario che ferroviario.

Partendo da questa evidenza l’Unione dei Comuni del Trasimeno ha recentemente deliberato l’adesione ad un protocollo d’intesa per la valorizzazione integrata dell’incoming turistico territoriale collegato alla fermata del treno Alta Velocità nella Stazione di Chiusi-Chianciano Terme e firmato, lo scorso mese, insieme ai comuni delle province di Siena, Arezzo per l’ambito territoriale turistico della Valdichiana, Terni, Provincia di Siena e associazioni di categoria.

«La Stazione ferroviaria di Chiusi-Chianciano Terme – si legge nel protocollo – è un hub strategico per la connessione ferroviaria da e per la Valdichiana Senese, la Valdichiana Aretina, la Val d’Orcia, Siena e le Terre di Siena, l’Amiata e il Trasimeno nonché per tutta la Provincia di Siena, in quanto “porta di accesso” per la Toscana e l’Umbria; la stazione ferroviaria ricade nel Comune della Città di Chiusi che, già capofila del prodotto turistico omogeneo Toscana Terra Etrusca e del distretto turistico dell’Etruria Meridionale per la Toscana, ha promosso nel corso degli anni incontri, convegni e tavoli di lavoro in stretta collaborazione con gli Enti e le Istituzioni, provinciali, regionali e nazionali, alla presenza dei vertici delle Ferrovie dello Stato e degli operatori privati».

Nella delibera l’Unione dei Comuni ha anche inserito la proposta del Comune di Cortona che aveva richiesto ai Comuni del Trasimeno di sostenere una nuova fermata dell’Alta Velocità anche presso la stazione ferroviaria di Terontola, nella stessa direttrice della Perugia-Milano. L’Unione quindi sostiene e promuove la richiesta del Comune di Cortona in quanto la medesima rappresenterebbe un’ulteriore opportunità di collegamento per tutta l’Area Trasimeno. L’Unione approva il protocollo di intesa per la valorizzazione integrata dell’incoming turistico territoriale collegato alla fermata dei treni AV nella stazione ferroviaria di Chiusi-Chianciano Terme, specificando che l’approvazione riguarda tutti gli otto Comuni dall’Area Trasimeno: Castiglione del Lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno e Tuoro sul Trasimeno. Si è deciso poi di destinare una cifra pari ad 10.000 euro, disponibile nell’ambito delle risorse finanziarie previste nel bilancio di previsione 2019-2021, annualità 2019 relativamente all’Area Turismo-Amministrativa.

La decisione dell’Unione apre ad un nuovo canale di integrazione fra Umbria e Toscana nelle politiche di promozione del territorio che può fare da battistrada ad ulteriori interessanti sviluppi nei prossimi mesi, sempre nella volontà di fare del Trasimeno un baricentro tra le due regioni dell’Italia Centrale.