L’arresto della polizia di Assisi

ASSISI (Perugia) – «C’è una rissa vicino al cimitero». Pronto l’intervento degli agenti del commissariato di Assisi, arrivati appunto nei pressi del cimitero di Santa Maria degli Angeli per una lite in strada tra alcuni giovani.

I poliziotti hanno intercettato un ragazzo, bloccato e sottoposto a controllo: il suo atteggiamento, infatti, ha destato i sospetti degli agenti che hanno scoperto come il giovane, 24enne di origine romena, era ricercato perché responsabile di gravi delitti commessi in Toscana. Su di lui, pendeva infatti un ordine di cattura.
Il 24enne, insieme ad altre persone, è accusato di aver commesso una rapina con l’uso di armi ai danni di un esercizio commerciale, nella quale aveva anche malmenato il gestore. Avrebbe inoltre commesso una serie di furti in abitazione e ricettato un ingente numero di telefoni e orologi di provenienza illecita.
Effettuati i dovuti riscontri con l’ausilio degli organi investigativi toscani, gli agenti lo hanno arrestato, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa del gip di Firenze. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Capanne.