Giovane straniero arrestato dai carabinieri di Assisi

ASSISI (Perugia) – Lotta allo spaccio, fino alle porte del carcere di Capanne. I carabinieri di Assisi, diretti dal maggiore Marco Vetrulli, hanno arrestato in flagranza un uomo a poca distanza dal carcere perugino.

Lo hanno intercettato a bordo di un’auto, che hanno visto svoltare in una via secondaria per poi fermarsi sul ciglio della strada. I militari a quel punto si sono messi in appostamento. Poco dopo la macchina è stata affiancata da un’altra autovettura. A questo punto l’uomo è sceso e si è avvicinato al giovane appena arrivato: dopo essersi guardato intorno  ha fatto un rapido scambio per poi allontanarsi rapidamente.

I carabinieri sono intervenuti e hanno bloccato il giovane straniero con ancora in mano i trenta euro ricevuti per la cessione, assieme ad altre 4 dosi di cocaina pronte per la distribuzione. La perquisizione ha consentito di trovare altri  350 euro sottoposti a sequestro.

L’uomo, irregolare, non risulta svolgere attività lavorativa. Dopo la convalida dell’arresto, saranno avviate le pratiche relative alla sua espulsione dal territorio nazionale.

Le porte del carcere di Capanne si sono invece aperte  per due uomini già agli arresti domiciliari ad Assisi con l’accusa di furto. I militari del Nucleo operativo e radiomobile, in collaborazione con la stazione carabinieri di Cannara, hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione per entrambi, condannati in via definitiva a scontare una pena detentiva di due anni di reclusione per un furto commesso a Firenze nel 2016.