Le associazioni e i Comitati mensa: delusi dalla nuova disciplina di gara per le forniture alimentari

di Direttivo dell’associazione Genitori Scuola Infanzia “il Tiglio”
(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – Le Associazioni e i Comitati mensa dei genitori esprimono la loro delusione di fronte alla nuova disciplina di gara per le forniture alimentari dei nidi e delle scuole infanzia comunali Tiglio e S. Lucia, appena chiusa, in quanto la loro richiesta di adeguare la qualità al livello delle altre scuole, anche in termini di materie prime biologiche, è stata largamente disattesa.

Desta particolare preoccupazione la rinnovata presenza dell’acqua in bottiglia di plastica. Ciò anche alla luce del precedente impegno del sindaco Romizi per la sua completa eliminazione nelle scuole in considerazione dei danni che gli ftalati e gli interferenti endocrini delle bottiglie di plastica provocano nei bambini. Senza dimenticare l’emergenza plastica, tutt’altro che estranea al nostro territorio come dimostrato dal disastroso rogo della Biondi-Recuperi.
I genitori chiedono quindi, anche tramite il proprio legale di fiducia, Avv. Alessandra Bircolotti, che il bando venga repentinamente modificato sul punto, onde evitare un’iniqua e grave disparità di trattamento tra i bambini.
Si auspica l’accoglimento della richiesta, anche in considerazione del fatto che le nuove tariffe per la refezione scolastica sono considerevolmente aumentate per la maggior parte delle famiglie coinvolte.