«Occasione per far conoscere progetti di solidarietà sociale, etica e valori del Lionismo»

di Lions club Perugia
(riceviamo e pubblichiamo)

ORVIETO (Perugia) – Sette aprile 2019, in questo giorno, in tutte le piazze d’Italia e del mondo i Lions saranno presenti a Orvieto per illustrare i propri Service, le proprie attività e i progetti di solidarietà sociale.

1.450.000 volontari nel mondo distribuiti in 210 paesi, «Volontari fra la gente», dice Leda Puppa governatore del distretto 108L, «insieme per festeggiare anche i 60 anni di costituzione della zona che unisce i soci del Umbria, Lazio, Sardegna». Un giorno di festa, per celebrare e far conoscere etica e valori del Lionismo. Uno degli appuntamenti più entusiasmanti che coinvolge non solo i nostri Club, ma anche la popolazione che può toccare con mano e rendersi conto del nostro instancabile lavoro durante l’anno.

Sarà Orvieto la città designata ad ospitare il Lions Day la giornata mondiale per celebrare i Lions Club International, la più grande organizzazione umanitaria a livello mondiale che da sempre si spende per le popolazione e i territori di tutto il mondo. Lo scopo principale di questa giornata è quello di offrire alla comunità locale un programma ricco di eventi, tutti legati dai comuni denominatori dell’amicizia e della solidarietà. un momento in cui i Club si aprono alla comunità locale, per far conoscere in che modo opera l’associazione, ma anche per confrontarsi sulle criticità dei territori di appartenenza al fine di trovare soluzioni efficaci.

Orvieto diventa cornice privilegiata per questo immancabile appuntamento per accogliere le centinaia di Lions e Amici. Sarà una sfilata di moda presso teatro Mancinelli a dare il via a questa giornata colorata giallo blu (i colori dei Lions) seguita poi dal coro Lions e, in piazza, dal corteo storico, dagli sbandieratori e dai numerosi punti gazebo che ospiteranno i vari service Lions.

Nel pomeriggio, sempre a Teatro Mancinelli, seguirà il concerto di Cristiana Pegoraro ad allietare gli spettatori con la magia delle sue note. Una giornata che promette momenti di riflessione, di celebrazione ma anche di conoscenza di una delle città umbre più amate in tutta italia.