La comunicazione della Regione Umbria

PERUGIA – Arriva dalla Sardegna il commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera di Perugia, nominato dalla giunta regionale dell’Umbria, presieduta dal vicepresidente Fabio Paparelli, dopo il terremoto causato dall’inchiesta su sanità e concorsi che ha portato, tra gli altri, agli arresti domiciliari l’ex direttore generale Emilio Duca.

Il commissario, come rendono noto il vicepresidente Paparelli e l’assessore alla Salute, Antonio Bartolini, è Antonio Onnis, attualmente direttore generale della prevenzione sanitaria all’Ats-Azienda Tutela Salute della Sardegna a Sassari. Onnis, come sottolinea una nota di palazzo Donini, ha rilevanti esperienze nel settore sanitario maturate essenzialmente in funzioni di direzione e coordinamento di strutture organizzative complesse di Sardegna, Toscana e Lazio. È stato docente in percorsi formativi di livello universitario in ambiti attinenti al management e alla promozione della qualità del settore sanitario.
«La nomina del dottor Onnis a commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera di Perugia – spiegano il vicepresidente Paparelli e l’assessore Bartolini –, rappresenta il frutto di una proficua collaborazione instauratasi tra il Ministero della Salute e Regione Umbria, in forza della lettera del Ministro Giulia Grillo del 13 aprile scorso».
«Ringrazio il ministro Grillo – ha dichiarato il vicepresidente, Fabio Paparelli – per la disponibilità dimostrata nella stipula dell’accordo di collaborazione finalizzata a fornire assistenza tecnica e supporto al sistema sanitario regionale umbro e per la tempestività dell’indicazione del Dottor Onnis per la nomina del Commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera di Perugia».
«Vogliamo ringraziare ancora il ministro per il quale sia io sia l’Assessore Bartolini rimaniamo a disposizione. L’accordo – ha concluso – potrebbe rappresentare un modello di sperimentazione di una collaborazione tra Ministero della Salute e Regione, per una futura fattiva e strutturata collaborazione».