La presentazione di Antonio Onnis: «Dobbiamo riuscire a fare squadra nel nome della tutela della salute delle persone»

di Regione Umbria
(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – «Sono estremamente lusingato e onorato di essere stato chiamato a lavorare in una delle realtà blasonate del sistema sanitario in Italia, una realtà di eccellenza come l’Azienda ospedaliera di Perugia. Vengo qui garantendo il mio impegno e attenzione per i veri azionisti, i cittadini, e per gli operatori che vi lavorano. Dobbiamo riuscire a fare squadra nel nome della tutela della salute delle persone».

Lo ha affermato il dottor Antonio Onnis, nominato dalla Giunta regionale dell’Umbria, di concerto con il Ministero della Salute, Commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera di Perugia nel corso della conferenza stampa che si è svolta questo pomeriggio a Palazzo Donini, alla quale ha partecipato insieme al vicepresidente della Regione Fabio Paparelli e all’assessore regionale alla Salute, Antonio Bartolini; presente il direttore sanitario Giuseppe Ambrosio, che ha svolto le funzioni di direttore generale.
«Ringraziamo per la disponibilità il dottor Onnis – ha detto il vicepresidente Paparelli – che, come prevede il contratto appena sottoscritto, entrerà formalmente in servizio il 1 maggio prossimo. A lui abbiamo chiesto non solo di operare per il recupero di serenità che al momento è necessario, ma il valore aggiunto che può portare viste le sue competenze e il suo curriculum. Mi preme sottolineare, come lo stesso Commissario ha rilevato – ha aggiunto – che non è minimamente in discussione la qualità e l’erogazione dei servizi per i cittadini, così come c’è la certezza dei conti economici in ordine. L’Umbria – ha ricordato – da anni è ‘Benchmark’, riferimento a livello nazionale definizione dei criteri di qualità dei servizi erogati, appropriatezza ed efficienza ai fini della determinazione dei costi e dei fabbisogni standard nel settore sanitario. E siano certi che l’apporto del dottor Onnis sarà per un ulteriore miglioramento».
L’assessore alla Salute Bartolini ha voluto in primo luogo rivolgere un particolare ringraziamento «al ministro della Salute Giulia Grillo e al Ministero che in tempi strettissimi hanno consentito di individuare una persona di grandi competenze e capacità quale Commissario dell’Azienda ospedaliera di Perugia, al dotto Ambrosio che con spirito di servizio si è messo a disposizione e ha consentito la continuità dei servizi e al dottor Onnis con cui abbiamo trovato intesa per lavorare proficuamente e giunto tempestivamente a Perugia, a dimostrazione della volontà di tutti di ripartire».

L’assessore Bartolini si è soffermato sull’accordo di collaborazione, il cui testo è stato approvato oggi dalla Giunta regionale, «che offre la possibilità sia al dottor Onnis sia all’Assessorato di poter attivare collaborazioni soprattutto di carattere tecnico-amministrativo con il Ministero e le agenzie dipendenti dal Ministero stesso, in particolare con Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali».
«Un affiancamento nell’esercizio delle funzioni tecniche – ha detto il vicepresidente Paparelli – che potrà essere attivato se necessario, secondo quanto disposto dall’articolo 15 della legge 241/90 che regola gli accordi fra amministrazioni, per una positiva e fattiva collaborazione».
Tra le prime attività del commissario straordinario Onnis, che questo pomeriggio si è poi recato al “Santa Maria della Misericordia” con il vicepresidente Paparelli e l’assessore Bartolini, gli incontri con gli operatori, le organizzazioni sindacali, istituzioni sanitarie. “Innanzitutto vanno fotografati i problemi e capire quali siano le criticità gestionali. Sono abituato a lavorare in squadra e intendo farlo – ha detto – con i quattromila professionisti che, nei vari ambiti e livelli, lavorano nell’ospedale».
Il contratto del dottor Onnis «si estende – ha precisato il vicepresidente della Regione Fabio Paparelli – fino ai sessanta giorni successivi alla nomina della nuova Giunta regionale, dopo di che potrà essere prorogato».