Alla firma del patto, presenti anche cittadini, associazioni e rappresentanti del mondo economico e istituzionale locale

MONTELEONE DI ORVIETO (Terni) – Monteleone di Orvieto è ufficialmente gemellato con la cittadina croata di Grisignana (Groznjan). La firma sul patto di gemellaggio è stata apposta in Comune dal sindaco Angelo La Rocca e dal suo omologo croato, Claudio Stocovac, alla presenza dei membri dell’amministrazione comunale, della presidente del Consiglio di Monteleone, Anna Giardini, del presidente del Consiglio comunale di Grisignana, Roberta Veroneze, della vicepresidente della comunità degli italiani di Grisignana, Giuliana Deškovic Krevatin, e di numerosi cittadini, associazioni e rappresentanti del mondo economico e istituzionale locale.

«L’obiettivo che ci ha mosso nel portare a termine questo progetto – dichiara il sindaco La Rocca – è la finalità stessa del gemellaggio, così come inteso dalla Comunità europea, e cioè esaltare l’unità nella diversità, per accelerare il processo di superamento d’ogni genere di pregiudizio. Iniziative come questa fanno acquisire la consapevolezza dei comuni valori europei che concorrono, con quelli di altri popoli, alla diffusione della solidarietà in tutti i continenti e all’affermazione della pace. Come amministrazione ci auguriamo che questo sia anche la base per un futuro di collaborazione, in cui tutta la comunità, in particolare le associazioni e le imprese, possano trarre beneficio da questo confronto internazionale».

«C’è anche un aspetto culturale – si legge quindi in una nota del Comune -. Grisignana è definita dal 1956 la “Città degli Artisti” ed è sede di importati manifestazioni musicali, come uno dei più noti festival jazz che si tiene in Europa. Grisignana è un piccolo comune croato, nella Regione Istriana; il suo nome antico era Graeciniana, derivante probabilmente dal colle roccioso sul quale è ubicata. Con Monteleone ha in comune simili caratteristiche storiche, paesaggistiche, territoriali, economiche e culturali».