La quarta edizione della manifestazione promossa da Omphalos. Gli appuntamenti tra Santa Cecilia, PostModernissimo, Domus Pauperum, Sant’Anna e Università per stranieri

PERUGIA – Dal 26 al 28 aprile, oltre 550 tra coriste e coristi, 12 cori arcobaleno provenienti da tutta Italia e 5 cori perugini supporter per la tre giorni di kermesse musicale che colorerà le strade, le piazze e gli spazi simbolo del capoluogo umbro.

 

«Nel cinquantesimo anniversario dei moti di Stonewall, una rivoluzione che ha dato voce alla comunità LGBT, porteremo a Perugia la quarta edizione di Cromatica Festival, – dichiara Stefano Bucaioni, presidente di Omphalos – e offriremo a tutta la città un evento di musica e riflessione sui temi dell’inclusione sociale e dell’uguaglianza, nel quale sarà protagonista il canto corale come strumento di lotta e affermazione dei diritti e contro ogni forma di discriminazione».
I cori arcobaleno partecipanti al festival saranno: Qoro, il coro con la Q di Torino, Roma Rainbow Choir e Parruccoro di Roma, The Good News Female Gospel Choir e Checcoro di Milano, Coro Stranivari di Terni, RicchiToni di Bari, Choreos di Firenze, Komos, coro gay di Bologna, Omphalos Voices di Perugia, Canone Inverso di Padova, e Fuori dal Coro di Bergamo.

 

Il Festival si aprirà venerdì 26 aprile con Cromatica on the road, una serie di 8 concerti che dalle 18.30 alle 23 avranno luogo nel centro storico di Perugia: auditorium Santa Cecilia, cinema PostModernissimo, Domus Pauperum, sala Sant’Anna e aula magna dell’Università per stranieri. Ciascuno degli otto concerti sarà dedicato a uno dei colori della bandiera del movimento LGBT nella sua versione originaria creata nel 1978 dall’artista Gilbert BakerI. Ad accogliere i cori LGBT nella prima giornata del Festival saranno 5 cori perugini con cui si esibiranno insieme: il Coro dell’Università per Stranieri di Perugia “Voci dal mondo”, l’Ensemble Vocale Femminile Nota Sò, l’Accademia degli Unisoni, Coristi a Priori, e il Coro dell’Università degli Studi di Perugia.

 

La serata di gala si terrà sabato 27 aprile alle 20.45 al teatro Morlacchi e sarà presentata dall’istrionico Mauro Casciari con ospiti d’eccezione come la comica Annagaia Marchioro, la drag queen Nikita Magno, e l’attore Giampiero Frondini.
«Cromatica Festival è promosso da realtà corali amatoriali attive anche da un punto di vista sociale nei territori di riferimento – dichiara Sergio Briziarelli, direttore artistico di Cromatica Festival 2019, – questo peculiare aspetto della coralità LGBT è stato di grande stimolo nell’ideare artisticamente questa manifestazione per la quale sono state commissionate delle composizioni che verranno eseguite durante il Gala. I cori arcobaleno riuniti concluderanno la serata con l’esecuzione di “We Shall Overcome”, celebre melodia cantata anche durante i moti di Stonewall, nella versione arrangiata dal compositore perugino Enrico Bindocci appositamente per il Festival e il coro organizzatore Omphalos Voices dedicherà la sua performance alla prima esecuzione assoluta di “Per Amore”, un brano su testi del filoso perugino Aldo Capitini composto dal musicista romano Stefano Puri».

 

Domenica 28 aprile Cromatica and the city sarà la giornata conclusiva del Festival in cui i cori LGBT usciranno per le vie e le piazze del centro storico per colorarlo di flash mob corali.
«Con l’edizione perugina di Cromatica Festival, – conclude Bucaioni – renderemo omaggio ai moti di Stonewall, celebreremo una figura simbolo dei valori di inclusività e fratellanza della nostra città come Aldo Capitini e ricorderemo Giorgio Straccivarius, perugino recentemente scomparso, tra i fondatori del movimento LGBT italiano. In un momento storico come quello che stiamo vivendo, anche attraverso la musica e la cultura vogliamo resistere all’intolleranza, al razzismo, all’omotransfobia e a ogni forma di discriminazione».

Il video di presentazione: https://www.youtube.com/watch?v=6P34XesMHNg