Al convegno anche gli assessori all’Agricoltura di Umbria, Toscana, Marche, Lazio ed Emilia Romagna

PERUGIA – L’Appennino centrale, con le sue risorse -in particolare quella boschiva, importante opportunità di sviluppo locale- ma anche con le sue criticità, soprattutto quelle legate ad una non sempre adeguata gestione faunistico venatoria di ungulati e predatori, sarà il tema dell’incontro previsto per il 4 aprile a Perugia, alle 9.30 all’hotel Giò Wine (via Ruggero d’Andreotto, 19), al quale interverranno anche il ministro delle Politiche agricole alimentari forestali e del Turismo, Gian Marco Centinaio, e il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti.

Il convegno coinvolgerà le cinque regioni dell’Appennino centrale – Umbria, Toscana, Marche, Lazio ed Emilia Romagna – con la presenza dei rispettivi assessori regionali all’Agricoltura, Fernanda Cecchini per l’Umbria, Marco Remaschi per la Toscana, Moreno Pieroni per le Marche, Enrica Onorati per il Lazio e Simona Caselli per l’Emilia Romagna. Saranno gli stessi assessori ad esporre le situazioni locali, in un confronto fattivo alla ricerca di soluzioni comuni e condivise sulla gestione delle foreste, ma anche della fauna selvatica con gli esperti, Raoul Romano del Centro Ricerche politiche e bioeconomia Crea e Marco Apollonio, docente dell’Università di Sassari.

Interverranno anche i presidenti regionali di Confagricoltura che hanno voluto e reso possibile l’incontro, Fabio Rossi per l’Umbria, Francesco Miari Fulcis per la Toscana, Giovanni Manzotti per le Marche, Sergio Ricotta per il Lazio ed Eugenia Bergamaschi per l’Emilia Romagna.