L’affondo: «Palazzo dei Priori abbandonato a gente incapace di gestire i soldi dei cittadini»

di Giuliano Giubilei*
(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – Siamo ad aprile inoltrato e l’amministrazione comunale non ha ancora presentato il bilancio di previsione 2019-2021, che invece doveva essere approvato entro il 31 di marzo. Una situazione molto grave, che attesta come a Perugia il Comune sia abbandonato alle incertezze di chi si sta rivelando sempre più incapace di programmare l’utilizzo dei soldi dei cittadini.

Intanto il sindaco presenta alla stampa un rendiconto 2018 dagli aspetti molto nebulosi. Dopo 5 anni di governo infruttuoso della città cerca ancora di dare la colpa a chi ha amministrato Perugia prima di lui. Sia chiaro che Romizi per 10 anni è stato all’opposizione. Se c’è stato un “buco di bilancio” come mai non si era accorto di nulla e perché non è mai intervenuta la Corte dei Conti?

Nel 2014 Romizi aveva promesso di abbassare le tasse, cosa che non ha fatto (anzi in diversi casi le tariffe dei servizi comunali sono aumentate). Anche su questo aspetto puntare il dito altrove non servirà a distogliere da sé l’attenzione dei cittadini.

*Candidato sindaco