Ok del Comune a proposta Enel, assessore Mangano: «Ecco dove verranno installate»

CORCIANO (Perugia) – Nel ventaglio di tematiche ambientali che stanno a cuore al Comune di Corciano, c’è anche quella relativa alla tutela della qualità dell’aria ed allo sviluppo di azioni che tutelano la salute dei cittadini, compresa la promozione della mobilità elettrica per lo sviluppo sostenibile nel settore dei trasporti, una risposta concreta per contenere l’inquinamento atmosferico ed acustico.

Non a caso, la Giunta comunale ha deliberato di aderire alla proposta avanzata al Comune da Enel X, Società del Gruppo Enel SPA, per la realizzazione – a titolo gratuito e non esclusivo – di una rete di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici (IdR) gestita con le più avanzate tecnologie informatiche per il controllo e la gestione remota. «Un progetto – sostengono Andrea Braconi e Francesco Mangano, assessori all’ambiente e lavori pubblici – che sarà in grado di rispondere alle attuali e future esigenze di una mobilità urbana evoluta e sostenibile e che verrà attuato, dopo la stipula di un protocollo di intesa a breve, nelle aree più densamente abitate del territorio, scelte fra quelle di proprietà comunale».

tratta di una visione lungimirante che, sottolineano gli amministratori, «prende le mosse dall’idea che lo sviluppo di sistemi di mobilità sostenibile rappresentano, per l’Unione Europea, un fattore di crescita e occupazione, oltre che un presupposto indispensabile per una politica di sviluppo sostenibile. D’altra parte, in Europa il trasporto è uno dei fattori di inquinamento atmosferico, di aumento delle emissioni di gas serra e di numerose conseguenze ambientali e già nel 2013 la Commissione europea aveva emanato una proposta di ‘Direttiva sulla realizzazione di una infrastruttura per i combustibili alternativi’».

«In questo modo – ribadiscono Braconi e Mangano – ci adeguiamo alla visione europea, finalizzata a promuovere la diffusione sul mercato dei combustibili alternativi, contribuendo alla promozione di una cultura realmente rispettosa dell’ambiente e alla costruzione, nel nostro territorio, di un’infrastruttura ad hoc capace di limitare la dipendenza dal petrolio. L’elettricità è un combustibile pulito – concludono – idoneo in particolare a favorire la diffusione dei veicoli ad alimentazione elettrica, compresi quelli a due ruote, e il suo utilizzo sempre più massiccio non può che essere valutato positivamente».