Inaugurata la nuova struttura del San Francesco d’Assisi

PERUGIA – Si è svolta mercoledì la cerimonia di inaugurazione del terzo e nuovo terminal dell’aeroporto San Francesco d’Assisi alla presenza dei rappresentanti di Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Perugia e Confindustria regionale oltre ai componenti del consiglio di amministrazione della SASE SpA.

 

L’investimento ha consentito di riconfigurare completamente l’intero scalo, rendendolo ancor più funzionale, sicuro e confortevole.
Con la nuova modulazione degli spazi cambiano anche i percorsi all’interno dell’aeroporto che includono una serie di nuovi servizi agli utenti, compresa la galleria commerciale che trarrà beneficio dall’inserimento delle varie attività nell’area di attesa attigua ai gate di imbarco .
Ampi spazi sono riservati ai passeggeri in transito i quali hanno a disposizione un nuovo punto ristorazione interno, servizi igienici dedicati, smoking area, business lounge e free wi-fi.
Particolare attenzione è dedicata ai più piccoli con un’area giochi, ora arricchita anche da un’area allattamento.
L’apertura di una nuova sala di imbarco, denominata C porta a 3 le sale di imbarco, ed è solo una delle tante novità di cui potranno avvalersi i passeggeri in partenza durante giornate con voli concomitanti.
Nel piano è previsto anche l’accesso prioritario ai gate, attraverso il Fast Track, un passaggio riservato che permette di raggiungere rapidamente i controlli di sicurezza.
Il servizio Fast Track potrà essere acquistato presso la biglietteria dell’Aeroporto, da tutti i passeggeri in partenza. Sarà gratuito per i bambini fino a 12 anni.

 

Beneficiano infine della nuova configurazione anche i servizi di sicurezza e gli Enti di Stato ovvero Polizia, Guardia di Finanza e Dogana, che hanno nuovi spazi a disposizione per lo svolgimento delle loro mansioni e tutti coloro che lavorano all’interno dello scalo umbro.
Al taglio del nastro, il presidente Ernesto Cesaretti ha dichiarato: «I lavori realizzati erano indispensabili perché nel progetto originario gli spazi dedicati all’imbarco erano troppo piccoli considerata la tipologia di aerei da 200 posti che partono da Perugia, ma anche perché tagliava fuori dal flusso dei passeggeri la parte commerciale dei negozi. Con questa opera di riposizionamento abbiamo guadagnato circa 2000 metri quadri di area che oggi è a disposizione di tutti aggiungendo tanti nuovi servizi. Facciamo i complimenti a tutti coloro che hanno contribuito a realizzare l’opera rispettando anche i tempi di realizzazione che erano stati previsti».