Dopo le proteste degli studenti, i docenti incontrano il presidente Bacchetta. «Ampliare il tavolo per trovare una soluzione»

PERUGIA – Dopo le proteste degli studenti per il paventato trasferimento da Piscille a Olmo, in una struttura – dicono – priva di quelle caratteristiche tecnologiche utili a una scuola da sempre all’avanguardia, una delegazione del corpo docente dell’Itts Volta di Perugia è stata ricevuta martedì mattina dal presidente della Provincia Luciano Bacchetta, dal consigliere delegato all’edilizia scolastica Federico Masciolini e dai dirigenti Andrea Rapicetta (area edilizia, ambiente e territorio) e Bruno Palazzetti (patrimonio).

I docenti hanno spiegato le esigenze didattiche di una scuola 2.0 che promuove e realizza progetti interdisciplinari che ne fanno punto di riferimento a livello nazionale. Da qui la crescita esponenziale delle iscrizioni e l’esigenza di ampliare gli spazi a disposizione. Alla luce di quanto esposto dai docenti, i rappresentanti della Provincia di Perugia hanno dato la massima disponibilità ad un supplemento di riflessione che punta a risolvere un problema complesso e a verificare quindi possibili soluzioni che vadano incontro alle esigenze degli Istituti. «Resta il fatto – ha chiarito il presidente Bacchetta – che occorre ampliare il tavolo istituzionale chiedendo anche la presenza della Regione e dell’ufficio scolastico regionale in quanto è indispensabile mettere i campo una programmazione che guardi agli anni a venire uscendo dal contingente e dal provvisorio».