Quando l’hanno raggiunta la donna era già in acqua, aggrappata a dei rami per resistere alla corrente che la stava trascinando con sé

PERUGIA – I vigili del fuoco l’hanno trovata già immersa nelle acque del Tevere. Aggrappata a dei rami, sommersa fin oltre la vita e schiaffeggiata dalla corrente che la stava trascinando via.

Quella stessa corrente, quelle stesse acque in cui poco prima, con una drammatica telefonata ai carabinieri, aveva minacciato di gettarsi. Sono stati proprio i militari a rintracciare la donna, in zona Ponte Felcino, e ad avvisare i caschi rossi che di lì a poco l’avrebbero salvata. L’hanno tenuta al telefono, l’hanno fatta parlare. E nel frattempo hanno lanciato l’allarme, inoltrato dalla centrale provinciale al distaccamento di corso Cavour, che intorno alle 20.45 l’ha recuperata e affidata alle cure del 118.