FOCUS GIARDINAGGIO | I consigli per prendersi cura delle proprie piante dopo lo stop invernale

Anche se per l’equinozio di primavera del 21 marzo manca ancora qualche giorno, il ritorno del sole e delle temperature miti sta risvegliando la voglia non solo di gite fuori porta ma anche e soprattutto di giardinaggio.

E allora ecco qualche pratico consiglio per alimentare il pollice verde in ognuno di noi e creare un bel giardino dopo lo “stop” invernale. Anzitutto la cosa principale è quella di scegliere il tipo o i tipi di pianta più adatti al terreno e alla zona in si vive. Per chi vuole invece dare un tocco di verde al proprio balcone, il consiglio è quello di prestare attenzione all’esposizione solare e anche allo spazio di cui si dispone: magari meglio una pianta in meno ma con le superfici giuste per crescere bene.


In questa fase preliminare, non è da disdegnare farsi dare le giuste indicazioni dagli esperti del settore. Se si tratta di piante in vaso, importantissima diventa la scelta del terreno da utilizzare e il modo in cui viene posto intorno alla pianta per favorirne il giusto drenaggio. Sassolini e argilla possono migliorare il risultato anche in termini di estetica. Terzo importantissimo punto è quello della potatura: riferirsi anche in questo caso agli esperti del settore è da considerare sempre come la soluzione privilegiata per non vedere andar rovinato l’investimento e anche le speranze di tirare su belle piante, ma anche internet offre preziosi suggerimenti su come e quando potare, in base alle varie specie.

Nella scelta del proprio vivaio non è assolutamente secondario anche il tempo che si può dedicare: le piante sono esseri viventi e come tali necessitano di attenzioni. Per questo motivo è importante scegliere le piante non solo con il proprio senso estetico ma anche con quello pratico. In questo senso le piante grasse possono rappresentare un buon punto di incontro tra la bellezza e varietà (spesso anche sorprendente in certe fioriture) e necessità particolarmente ridotte. La maggior parte delle piante, specie andando verso la stagione estiva, ha bisogno di acqua praticamente ogni giorno e anche il momento per innaffiarle va scelto con cura: da preferire il mattino presto o al tramonto.

Infine, un consiglio che può apparire bizzarro ma da prendere in considerazione: parlare con le proprie piante, mentre ce ne prendiamo cura, contribuisce ad aumentarne lo stato di salute. Non ci sono ricerche scientifiche in tal senso, ma lo racconta l’esperienza pratica di molti appassionati di giardinaggio.
E allora, buon verde a tutti!