Il vicesindaco Lorenzo Pierotti: «Tenere i conti in regola e non usare anticipazioni, rispettando i tetti imposti dal Governo»

CORCIANO (Perugia) – «Il Bilancio che abbiamo votato si caratterizza per massimo contenimento della pressione fiscale, massima equità, interventi per tutelare le famiglie in difficoltà, mantenimento della qualità dei servizi sociali ed educativi, realizzazione di un significativo piano degli investimenti per la cura e la manutenzione del territorio, cura dell’ambiente e sostegno alle associazioni di volontariato sociale e ricreative».

È quanto sottolinea il vicesindaco di Corciano, Lorenzo Pierotti, all’indomani della relazione in assemblea legislativa della manovra economica 2019. «Le opere pubbliche – prosegue Pierotti – rappresentano un asse strategico d’investimento per la promozione dello sviluppo. Sono stati inseriti in bilancio una serie di interventi volti soprattutto alla valorizzazione del territorio ed alla conservazione del patrimonio comunale. Gli interventi programmati riguardano la rete viaria, le strutture scolastiche, la viabilità ciclo/pedonale, i parchi ed il patrimonio dell’ente in generale».

Solo per citare alcune delle azioni, relativamente alla manutenzione dei plessi scolastici, sono stati avviati e continueranno gli investimenti sulle strutture, 700mila euro per il miglioramento sismico della scuola materna e asilo nido di Chiugiana, 120mila euro per varie manutenzioni nelle scuole primarie e secondarie, nelle scuole materne e negli asili nido. Sempre in tema di lavori pubblici, circa 200mila euro saranno impiegati per la manutenzione delle strade, circa 100mila per la cura del verde e 40.000 per gli impianti sportivi.

Messo a bilancio anche l’ampliamento di due cimiteri per quasi 200.000 euro. Saranno implementati gli interventi in materia di sicurezza ed anche in attività culturali. La manovra, infatti conferma gli investimenti a partire dalla stagione di prosa, per proseguire con Corciano bimbi, Corciano Festival e Corciano Natale. Per quanto riguarda i tributi locali, oltre a non essere stato determinato alcun aumento per la Tari, è stata aumentata la soglia di esenzione dall’irpef comunale per i redditi fino a 13.500 euro (resa possibile dall’aumento dello 0,1% dei redditi superiori alla soglia di esenzione).

«Questo bilancio previsionale – sottolinea Pierotti – offre una prospettiva d’insieme, dalla quale emerge la nostra volontà di continuare a puntare sul valore del territorio, sull’ambiente, sul volontariato, promuovendo la cultura, potenziando i servizi scolastici. Il rigore nel rispetto dei conti, sa mostrare anche il suo lato umano nella difesa del più debole. L’idea di fondo è amministrare con lo spirito del buon padre di famiglia. La priorità era e rimane garantire servizi di buona qualità, che sostengano le famiglie soprattutto nel campo dell’infanzia e della scuola, in quello degli anziani e del sociale».

«Tutto questo – conclude – tenendo in regola i conti, senza mai usare anticipazioni di cassa, rispettando tutti i tetti e le norme imposti dal governo e mai e poi mai, mandando in deficit di un solo euro il Comune di Corciano. Per arrivare alla stesura di questo importante strumento programmatico è stato fatto un grande lavoro di squadra. Insieme al nostro encomiabile personale, ce la stiamo mettendo tutta per dare sempre risposte certe ai cittadini. Pensiamo che in questa manovra non fosse possibile fare di più, sicuramente crediamo che l’impostazione data a questo documento economico sia una buona base di partenza, per dare un futuro sempre migliore al nostro territorio».