Destinatari, tempi e modalità dell’intervento

UMBRIA – Semplificare la presentazione delle richieste di contributo economico da parte di enti ed associazioni grazie a moduli più facili da compilare e secondo scadenze prefissate: risponde a questo scopo la razionalizzazione operata dalla BCC di Spello e Bettona – Gruppo Cassa Centrale Banca nella redistribuzione dei propri utili, al fine di essere sempre più vicina al suo territorio, incentivando associazioni, manifestazioni ed eventi di promozione culturale e crescita sociale.

In particolare, da quanto si apprende, per le manifestazioni previste nei mesi di marzo, aprile, maggio il termine per la presentazione delle domande è fissato al 15 febbraio e la banca delibererà l’eventuale concessione di contributo entro la fine del mese. Per le manifestazioni che si svolgeranno nei mesi di giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre il termine per la presentazione delle domande è fissato al 15 maggio; in tal caso la delibera della banca è prevista entro la fine dello stesso mese. Infine per le manifestazioni che si svolgeranno a novembre, dicembre, gennaio e febbraio l’ultimo termine di presentazione è fissato al 15 ottobre; le delibere sono previste entro la fine di ottobre. A partire dal 31 marzo, poi, non verranno più prese in considerazione le richieste di contributo pervenute oltre i termini stabiliti. Saranno considerate ammissibili unicamente le richieste di contributo redatte sulla base della modulistica disponibile sul sito o nelle di dell’istituto.

«La BCC di Spello e Bettona, Cassa Centrale Banca, svolge la sua attività di banca di credito cooperativo ispirata ai principi della mutualità e della solidarietà – si legge in una nota – anche sostenendo economicamente iniziative ed associazioni che si distinguono nel campo della promozione sociale e culturale; nella tutela dei beni culturali e paesaggistici; nel campo dell’educazione, istruzione e formazione; nel volontariato e beneficenza; nel settore della salute e nelle iniziative mediche di ricerca e prevenzione e laddove si svolga attività socialmente utile nel territorio di riferimento della Banca stessa».