A promuovere l’iniziativa l’Associazione nazionale genitori soggetti autistici (Angsa)

PERUGIA – In occasione dell’incontro di serie B di sabato 30 marzo, al Curi, tra Perugia e Livorno, le due squadre entreranno in campo indossando una t-shirt con la scritta “Scendi in campo per l’autismo – insieme si può”, con l’obiettivo di sensibilizzare gli spettatori sulle questioni inerenti i disturbi dello spettro autistico. A organizzare l’operazione, a ridosso del 2 aprile, Giornata mondiale della consapevolezza del’autismo, è stata Angsa Umbria Onlus (Associazione nazionale genitori soggetti autistici) in collaborazione con vari soggetti e con la Garante dell’infanzia e dell’adolescenza della Regione, Maria Pia Serlupini.

Per stimolare l’impegno, migliorare i servizi e promuovere la ricerca verso una malattia, si legge in una nota, che «solo in Italia colpisce tra le 300 e le 500mila persone, ma il dato è incerto poiché i cosiddetti problemi dello spettro autistico sono un gruppo complesso di disturbi dello sviluppo cerebrale. L’Angsa Umbria Onlus, insieme all’associazione nazionale, sarà anche quest’anno nelle piazze, sul territorio regionale e accanto alle famiglie per cercare di sensibilizzare la cittadinanza sul tema».

«I calciatori dell’AC Perugia e dell’AS Livorno sabato prossimo si renderanno inoltre ambasciatori di messaggi importanti per tutti i bambini, i ragazzi e le loro famiglie che vivono tutti i giorni questa non facile situazione», conclude l’informativa.