I carabinieri arrestano 14 nigeriani: appuntamenti per la droga davanti a un negozio etnico

PERUGIA – Un via vai continuo di clienti e un flusso senza sosta di droga in arrivo dalla Campania ma anche dal nord Italia: questo il giro di spaccio scoperto dai carabinieri di Assisi, diretti dal maggiore Marco Vetrulli.

Un’indagine complessa, che ha portato il sostituto procuratore Manuela Comodi a chiedere 14 misure cautelari per altrettanti spacciatori nigeriani. I carabinieri sono arrivati al gruppo di trafficanti, in grado di muovere e vendere notevoli quantità di eroina, seguendo i movimenti di alcuni tossicodipendenti della zona di Bastia che con regolarità si recavano a Perugia per acquistare la droga.

Qui, nella zona di Fontivegge, si incontravano con il gruppo di spacciatori: ognuno con il proprio ruolo nell’approvvigionamento e vendita della droga, secondo quanto stabilito dalle indagini erano stati in grado di mettere un piedi un giro importante all’esterno di un negozio etnico. Un volume d’affari testimoniato dalle tantissime telefonate che ricevevano le varie schede telefoniche trovate in loro possesso, anche se ormai da tempo le transazioni (si parla di un periodo che va da fine 2016 a qualche mese fa) non avvenivano più telefonicamente ma soltanto presentandosi dalle parti del negozio. Il giro è stato stroncato negli ultimi giorni, con l’arresto dei 14 spacciatori.