L’appuntamento imperdibile oggi a Solomeo

CORCIANO (Perugia) – Un eccezionale duo di musicisti italiani, Domenico Nordio  al violino e Orazio Sciortino al pianoforte saranno i protagonisti del concerto in programma oggi, domenica 24 febbraio alle 18, per la stagione musicale del teatro Cucinelli di Solomeo.

Ad aprire il concerto, una delle più note sonate di Beethoven, la brillante Sonata in la maggiore op. 47 «Kreutzer», inizio di un programma tutto incentrato su pagine nate dalla collaborazione o dall’ispirazione che virtuosi del violino fornirono alla composizione per duo con pianoforte. Come la virtuosistica Sonata in la maggiore op. 47 «Kreutzer» di Beethoven, dedicata al noto violinista francese Rodolphe Kreutzer, o la neoclassica Suite italienne di Stravinsky, che il compositore scrisse insieme allo strumentista Samuel Dushkin, o ancora, le Cinque Melodie di Prokof’ev, preparate in una trascrizione per il musicista Paul Kochanski e, infine, la funambolica Tzigane di Ravel, dedicata alla formidabile violinista ungherese Jelly d’Arányi.

I protagonisti

Domenico Nordio  è uno dei musicisti più acclamati del nostro tempo. Si è esibito nelle sale più prestigiose del mondo e con le maggiori  orchestre internazionali. I suoi ultimi tour lo hanno visto impegnato, tra l’altro, alla Sala Grande della Filarmonica di San Pietroburgo, al Concertgebouw di Amsterdam, alla Filarmonica Enescu di Bucarest, al Teatro Municipal di Rio de Janeiro, al Teatro Colon di Buenos Aires, alla Sala Tchaikovskij di Mosca, al Zorlu Center di Istanbul, all’Auditorium di Milano, alla Filarmonica di Kiev, nella Sala San Paolo di São Paulo, nella Sala Nezahualcóyotl di Città del Messico, al Teatro Solis di Montevideo, nella Sala Simon Bolivar di Caracas, all’Auditorium RAI di Torino.
DOMENICO NORDIO  è un artista Sony Classical.  I suoi ultimi dischi includono Respighi e Dallapiccola con Muhai Tang e la Filarmonica Toscanini di Parma, Castelnuovo Tedesco e Casella con l’Orchestra della Svizzera Italiana e Tito Ceccherini, Busoni e Malipiero con l’Orchestra Verdi di Milano e Tito Ceccherini.

Domenico Nordio
Domenico Nordio

Allievo di Corrado Romano e di Michèle Auclair, nato a Venezia nel 1971, ex bambino prodigio (ha tenuto il suo primo recital a dieci anni), DOMENICO NORDIO  ha vinto a sedici anni il Concorso Internazionale “Viotti” di Vercelli con il leggendario Yehudy Menuhin Presidente di Giuria. Dopo le affermazioni ai Concorsi Thibaud di Parigi, Sigall di Viña del Mar e Francescatti di Marsiglia, il Gran Premio dell’Eurovisione ottenuto nel 1988 lo ha lanciato alla carriera internazionale: Nordio è l’unico vincitore italiano nella storia del Concorso.
Dal 2017 è Artista Residente dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi.

Orazio Sciortino, pianista e compositore,  collabora con le più importanti istituzioni musicali italiane ed estere. Recente il successo della sua opera, La Paura, da un racconto di Federico De Roberto, su libretto di Alberto Mattioli, commissionata dal Teatro Coccia di Novara e dedicata alla Grande Guerra 1915 – 1918.
Su commissione della Fondazione Spinola Banna per l’arte, Orazio Sciortino presenta nel giugno 2016, l’opera breve MeetHer, su libretto e soggetto proprio e, tra gli altri impegni recenti, si segnala Sol Invictus, per coro e orchestra, commissione del Teatro Lirico di Cagliari.  Per il Teatro alla Scala, nella stagione 2016/2017, ha presentato la fiaba musicale, La Gattomachia, per voce recitante e orchestra da camera.
Incide attualmente per Sony Classical e per Dynamic, Bottega Discantica, Limen. Ha lavorato con gli editori Mazzotta e Skira su progetti riguardanti il rapporto tra arti visive e musica e, nell’ambito della divulgazione è spesso invitato a tenere seminari di guida all’ascolto, conferenze e simposi. Recentemente, in collaborazione con il CERN di Ginevra e la Fondazione Agalma, è stato invitato a tenere un TED Talk sull’esperienza dell’ascolto e l’attività neuronale.
Orazio Sciortino
E’ stato nominato Krug Ambassador. La prestigiosa maison di champagne, per la prima volta nella sua storia, chiede ad un compositore di comporre un brano interamente dedicato a Krug. Nasce così il pezzo pianistico Lives through a glass che Orazio Sciortino ha composto e dedicato a Krug Grande Cuvée ed incluso nell’album Self Portrait per Sony Classical.

Per informazioni: Fondazione Perugia Musica Classica Onlus – piazza del Circo 6 – Tel. 075 572 22 71 – www.perugiamusicaclassica.com