La polizia rintraccia ad Ancona il camionista pronto a imbarcarsi: beffato dalla pubblicità

ACQUASPARTA (Terni) – Ha danneggiato in retromarcia con il suo tir il prefabbricato in cui staziona il benzinaio in una stazione di servizio e si è dato alla fuga.

È successo qualche notte fa in un’area di servizio lungo la E45, nel territorio di Acquasparta: i danni subiti dalla struttura ammontano a più di centomila euro. Le prime indagini sono state avviate da una pattuglia del Distaccamento di polizia stradale di Todi, che, durante le attività di controllo del territorio lungo le principali strade di collegamento extraurbano, ha effettuato il primo sopralluogo. Dalle immagini di videosorveglianza, gli agenti hanno notato come fosse stato un tir a urtare violentemente la struttura. Il conducente, resosi conto dell’accaduto, complice l’ora notturna e la mancanza di altri veicoli, aveva ripreso la marcia allontanandosi precipitosamente.
Al fine di individuare il responsabile del danneggiamento, sono state estese le ricerche a tutte le telecamere disponibili lungo le principali direttrici dell’area, utilizzando l’unico elemento utile alle indagini: la dicitura pubblicitaria trascritta sul telone dell’autoarticolato. Dalle immagini della barriera di Orte, è stata rilevata la targa del mezzo pesante, risultato essere di nazionalità albanese.
È stato diramato un alert su tutto il territorio nazionale e dopo alcuni giorni, il veicolo ricercato è stato rintracciato dalla polizia della frontiera marittima di Ancona, mentre stava salendo a bordo di una nave diretta in Albania. A conferma degli accertamenti svolti, sull’autoarticolato è stata riscontrata la presenza di danni compatibili con il sinistro.

Il conducente è stato quindi sanzionato, in via amministrativa, per la fuga a seguito dell’incidente, ai sensi dell’art. 189 comma 1 e 5 del Codice della Strada ed è stato istruito il fascicolo di rilevamento di sinistro stradale per il risarcimento assicurativo del danno arrecato, ammontante a circa 110mila euro.