Chi minaccia di morte l’operatore di una casa di riposo, chi si aggira vicino a un asilo con una spranga di ferro lunga più di un metro, parcheggiatori abusivi… l’elenco è davvero lunghissimo

ASSISI (Perugia) – Maxi operazione dei carabinieri di Assisi, pochi giorni fa, in città e nei comuni limitrofi. Dodici, i mezzi schierati. Addirittura 26 i militari impiegati per passare al setaccio il territorio nell’ambito dei servizi di contrasto dei reati predatori, dell’utilizzo di sostanze stupefacenti e dell’abuso di quelle alcoliche. Le fiamme argento, nel complesso, hanno controllato 70 persone e 40 veicoli. Trovando di tutto lungo le principali arterie stradali e nei luoghi di ritrovo di pregiudicati e tossicodipendenti del posto.

Nello specifico, in seguito ai controlli del 1° febbraio, sono scattate sei denunce in stato di libertà a carico di: un 26enne, trovato fuori casa negli orari prescritti da una misura di sorveglianza speciale; un, 53enne perugino, per aver minacciato di morte un operatore della casa di riposo dove si trova ricoverata la madre; una 42enne, cubana, per guida in stato di ebbrezza; un 60enne folignate, per porto di oggetti atti a offendere, sorpreso nei pressi di un asilo infantile con una barra di ferro di oltre un metro occultata all’interno della propria automobile; un 38enne, marocchino, per ingresso e soggiorno illegale nel territorio nazionale; infine, un 28enne nigeriano, intercettato nel parcheggio adiacente alla basiica di Santa Maria degli Angeli, mentre svolgeva l’attività di parcheggiatore abusivo.