La prima edizione dell’iniziativa dedicata all’impegno animalista: il programma e gli altri premiati

GUBBIO (Perugia) – Tutto pronto per la prima edizione del premio ‘Gubbio dog friend’ che si terrà sabato 23 febbraio alle 17.30 nella sala Trecentesca del Comune in piazza Grande.

Tra i protagonisti dell’impegno animalista ci sarà Giorgio Panariello che oltre a essere attore notissimo showman e regista è anche autore di libri di successo che raccontano il suo rapporto con gli animali. Gli altri premiati sono il criminologo della Polizia di Stato Marco Strano, l’ideatrice del progetto ‘Zero cani in canile’ Francesca Toto. insieme ai volontari della Lndc di Vieste, il vigile del fuoco Unità cinofila Fabrizio Caira, presente anche in conferenza stampa e che insieme al cane Apo ha compiuto imprese memorabili per la ricerca di dispersi.
Il logo del premio è stato creato appositamente dall’illustratore del Corriere della sera Fabio Sironi che realizzerà anche opere firmate per i premiati. Istituito dalle associazioni ‘Gubbio soccorso animali e ambiente’ e Atesu (Associazione per la tutela degli ecosistemi e della salute umana), impegnate da anni in attività di volontariato e solidarietà, il riconoscimento ha il patrocinio e la collaborazione del Comune di Gubbio come ha ricordato il sindaco Filippo Mario Stirati. «Siamo grati – ha detto il sindaco – agli ideatori di questo premio che condividiamo nello spirito e nelle finalità e che rappresenta un salto di qualità nel rapporto della società civile con gli animali. È significativo che nasca a Gubbio, custode della memoria legata all’ammansimento del lupo da parte di san Francesco, e servirà per sensibilizzare ulteriormente sulle condizioni degli animali, per incentivare le adozioni e combattere gli abbandoni. Sono particolarmente grato a Panariello per aver accolto il nostro invito, con l’interessamento di Paolo De Andreis, uno dei pilastri storici della Rai, sempre pronto a sostenere ogni importante iniziativa. L’impegno del Comune è costante per interventi migliorativi della struttura canile di Ferratelle, che attualmente ospita circa 70 cani, numeri tra i più bassi dell’Umbria. Un risultato raggiunto anche grazie all’opera di volontariato delle associazioni presenti, a fianco dei soggetti responsabili della gestione».

Sono intervenuti a spiegare in dettaglio le finalità e l’organizzazione del premio il presidente di ‘Gubbio soccorso’ Stefano Vagnarelli, che ha illustrato l’impegno giornaliero nei vari settori del sociale, del sanitario, della formazione e ora a favore degli ‘amici a quattro zampe’, con la sezione ‘Animali e ambiente’ guidata dal socio Enrico Mattiacci che ha sottolineato l’importanza della collaborazione con le altre associazioni di volontariato. Per l’Atesu è intervenuto il presidente Mario Franceschetti il quale ha ribadito l’impegno in azioni ecosostenibili nel pianeta e il rispetto degli esseri viventi. Ad arricchire la manifestazione del 23 febbraio ci saranno i ragazzi dei corsi di musica ‘Al Fondino’ che hanno ideato appositamente alcuni contrappunti di note sotto la guida di Paolo Ceccarelli e la supervisione di Walter Lanzara. Una sorpresa speciale da parte del Maggio eugubino è riservata a Panariello che riceverà la ‘patente da matto’.