Lesioni a pubblico ufficiale, rifiuto di fornire le proprie generalità, interruzione di pubblico servizio… non si è fatto mancare niente il giovane ora in carcere a Spoleto

FOLIGNO (Perugia) – Voleva viaggiare scroccando la corsa. E una volta scoperto dal capotreno, dopo aver provato a fuggire, ha pensato bene di aggredire un poliziotto, intervenuto per fermarlo.

Succede a Foligno. Dove pochi giorni fa un 25enne nigeriano, con precedenti di polizia, irregolare sul territorio nazionale e senza fissa dimora, è stato arrestato con le accuse di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, false attestazioni, rifiuto di fornire le proprie generalità e interruzione di pubblico servizio.

Il suo tentativo di fuga è durato poco. Giusto il tempo di precipitarsi fuori dal treno, arrivato da Perugia in ritardo proprio a causa sua, e di incappare negli agenti della Ferroviaria di Foligno che lo stavano aspettando. È in quel momento, inseguito e ormai alle strette, che per evitare di essere acciuffato ha spintonato un poliziotto facendolo cadere violentemente a terra e procurandogli lesioni guaribili in 60 giorni, secondo i medici.

Identificato, con non poca fatica visto che il giovane durante le procedure di identificazione avrebbe fornito agli agenti un nome e una data di nascita diverse da quelle effettive, il ragazzo è stato arrestato e messo a disposizione della competente autorità giudiziaria nella casa circondariale di Spoleto.