Il bilancio di “Umbria top wines” – società che raggruppa molte aziende vitivinicole regionali – di ritorno dal Bellavita expo di Amsterdam

UMBRIA – L’Umbria del vino ha giocato un ruolo da protagonista durante la tre giorni del Bellavita Expo 2019 di Amsterdam. Gli effetti di questo viaggio all’insegna della promozione dei vini umbri a livello internazionale sono però a lunga scadenza, visti i contatti intrapresi con il settore del mercato enologico del Nord Europa. Dal 7 al 9 gennaio alcune cantine umbre, tutte unite nella capitale olandese sotto lo slogan ‘Umbria wine experience’, hanno rappresentato la regione: produttori che con i loro prodotti hanno contribuito alla promozione della qualità del Made in Umbria nei Paesi Bassi.

Nello stand Umbria Top Wines, la società cooperativa del vino umbro che raggruppa molte aziende vitivinicole regionali, gli ambasciatori del vino umbro hanno così inebriato gli oltre 200 esperti degli Awards Bellavita, selezionati tra buyer, giornalisti, ristoratori, chef e sommelier, che nei giorni di Expo hanno degustato e valutato tutti i produttori del vino umbri presenti riconoscendoli tra i migliori per il mercato olandese. Ad Amsterdam erano presenti cantine rappresentative dei vari territori di produzione dell’Umbria e provenienti dall’Orvietano, da Montefalco, dai Colli Perugini, dai Colli Altotiberini, dal Trasimeno e da Amelia.

Il Bellavita di Amsterdam, un evento internazionale dedicato al riconoscimento del vero Made In Italy e considerata come la porta d’accesso per promuovere le eccellenze enogastronomiche italiane in tutta Europa, ha ospitato circa 150 aziende con oltre mille prodotti tipici: una tre giorni dedicata al mondo gastronomico ed enoico italiano con masterclass, dibattiti e seminari condotti da chef internazionali, ma anche distributori di vino dei Paesi Bassi e sommelier.

«Siamo orgogliosi aver portato l’Umbria del vino in Olanda», commenta il presidente di Umbria top wines, Francesco Strangis. «È stata una edizione molto coinvolgente e piena di iniziative – prosegue – in cui abbiamo rinnovato il nostro impegno per consentire alle cantine umbre presenti di sviluppare e consolidare la loro competitività su questi mercati, dove già possono godere di un appeal sempre maggiore. L’Italia infatti continua ad essere tra i principali fornitori di vini dei Paesi Bassi, ed in particolare i vini provenienti dall’Umbria sono ormai molto richiesti ed in crescita come consumi».