Advertisement

Calano i passeggeri, aumentano i voli privati e l’aeroporto dell’Umbria è «virtuoso»

30 Gennaio 2019

Tutti i dati della Sase sul San Francesco d’Assisi. Va forte il collegamento con Londra

PERUGIA – Calano i passeggeri e il movimento aereo, ma è «buona la gestione dei conti» e il San Francesco risulta «come uno dei più virtuosi nel panorama dei piccoli e medi scali aeroportuali in Italia».

Advertisement

Questa la sintesi dei dati forniti dalla Sase sul 2018 dello scalo perugino, che di seguito si riportano in modo integrale.
«I passeggeri transitati nel 2018 presso l’aeroporto internazionale dell’Umbria – Perugia “San Francesco d’Assisi” sono stati 223.436, pari ad una contrazione del 10,67% rispetto al 2017, dovuta alle cancellazioni dei collegamenti da/per Bucarest, Trapani e Cagliari, decisi unilateralmente da Wizz Air, Ryanair e Mistra Air. Il dato rappresenta comunque il terzo miglior risultato della storia per l’aeroporto “San Francesco d’Assisi” dopo quello del 2015 e del 2017», si legge nella nota della società che gestisce l’aeroporto.
«Nel dettaglio – prosegue -, dei 223.436 passeggeri registrati, 217.943 sono transitati su voli di linea), 1.333 su collegamenti charter e 4.160 su voli di aviazione generale (traffico di voli privati business ed executive) (+16,3% rispetto al 2017).
I movimenti aerei totali sono stati 3.972 – pari ad una contrazione del -5% sul 2017 – di cui 1.436 voli di linea), 12 charter e 2.524 (+ 4,7%) voli di aviazione generale rispetto al 2017».

«Nella stagione Summer 2018 – prosegue la nota della Sase – è stata registrata inoltre una crescita dei riempimenti (fattori di carico) rispetto al 2017 su tutte le rotte già operate da Ryanair (Londra, Catania e Bruxelles). Risulta stabile e consolidato il traffico registrato sui collegamenti Albawings/Blu Panorama da/per Tirana, mentre la rotta da/per Francoforte ha totalizzato circa 17.500 passeggeri, superando l’obiettivo – in termini di volume di traffico – degli oltre 15.000 inizialmente previsti.
I collegamenti che hanno fatto registrare le migliori performance in termini di numero di passeggeri trasportati sono stati nell’ordine Londra (93.712 passeggeri), Catania (49.997) e Tirana (26.155).
Il risultato finale sarebbe stato anche più ampio se non vi fossero 7 giorni nell’anno dove le condizioni meteo hanno impedito per nebbia e neve l’operatività dei voli in arrivo e partenza.
Sul fronte dei servizi l’Aeroporto di Perugia nel 2018 ha inaugurato le nuove aree di ricarica cellulari e tablet gratuita, l’area giochi per bambini, il Wi-Fi gratuito all’interno del Terminal, la nuova segnaletica interna, Info point della regione agli arrivi e l’accordo di biglietteria con Trenitalia.
Infine, sul fronte economico l’anno 2018 si dovrebbe chiudere con un sostanziale pareggio, che dovrà essere presentato ed approvato prima dal CdA e poi dall’Assemblea dei soci.
Questo è il secondo anno consecutivo di buona gestione dei conti che permette allo scalo Perugino di essere annoverato come uno dei più virtuosi nel panorama dei piccoli e medi scali Aeroportuali in Italia».

Advertisement