Interdetta dalla professione per mesi. Il suo studio? Sequestrato

TERNI – Interdetta dall’esercizio della professione. È quanto disposto dal Gip di Terni, per 9 mesi, nei confronti di una dentista 59enne ternana accusata di aver svolto il proprio lavoro, per lungo tempo, con il concorso abusivo dell’ex coniuge, un 58enne ternano in possesso del solo diploma di perito elettrotecnico. Incredibile, ma vero.

All’epoca dei fatti, sui quali ha indagato la squadra mobile di Terni con l’ausilio dell’Unità operativa di igiene e sanità pubblica dell’Asl locale, gli agenti della questura hanno osservato l’uomo uscire più e più volte dallo studio della moglie, raccogliendo poi le dichiarazioni di alcuni pazienti cui lo stesso avrebbe prestato cure dentarie, dal 2015 a metà 2018, pur se sprovvisto di qualsiasi titolo abilitante all’esercizio della professione.

La dentista, inoltre, era già stata condannata in via definitiva nel 2009 per abusivo esercizio di una professione e sottoposta a sospensioni disciplinari dall’Ordine professionale di appartenenza. E adesso è stata costretta a pagare il resto del conto. I poliziotti, tra l’altro, sempre su disposizione del giudice preliminare, hanno provveduto al sequestro preventivo dell’immobile adibito a studio dentistico, di proprietà della donna.