«Previste inoltre ulteriori assunzioni», anticipano Fiom e Nidil Cgil

di Fiom e Nidil Cgil
(riceviamo e pubblichiamo)

UMBERTIDE (Perugia) – Sottoscritto un importante accordo presso la multinazionale Terex Operation Italia di Umbertide, azienda in grande espansione che sta aumentando i suoi volumi nonostante le difficoltà economiche per le vicende internazionali (dazi e Brexit).

L’accordo sottoscritto tra le RSU, che hanno avuto un ruolo fondamentale in tutto il percorso, l’azienda e la Cgil, con le categorie Fiom e Nidil, prevede 76 assunzioni a tempo indeterminato di lavoratori che precedentemente erano in regime di somministrazione o in staff leasing. I lavoratori assunti direttamente da Terex avranno anche un miglioramento di inquadramento, passando dal II al III livello. Inoltre, l’azienda ha chiesto all’agenzia per il lavoro Adecco che opera all’interno della ditta di assumere a tempo indeterminato altri 53 lavoratori.

Quindi, complessivamente l’accordo prevede la stabilizzazione di 129 lavoratori. «Come Cgil, unico sindacato presente all’interno dell’azienda – affermano Maurizio Maurizi, della Fiom, e Vanda Scarpelli, per Nidili – esprimiamo grande soddisfazione per questo accordo che ricordiamo è stato fortemente voluto e costruito dalle RSU presenti in azienda. Un accordo che – proseguono – prevede tra l’altro ulteriori assunzioni nel sito di Umbertide in relazione agli incrementi dei volumi produttivi previsti».

Infine, la Fiom sottolinea che da tempo sta svolgendo, con la Rsu, un’azione di contrattazione molto importante che ha garantito trattamenti omogenei tra somministrati e diretti. Per cui tutti i lavoratori usufruiscono dei buoni pasto e di un premio di risultato che per l’anno in corso si attesterà intorno ai mille euro.