Lunedì la presentazione del suo libro

ARRONE (Terni) – I racconti del terremoto del 2016, narrati attraverso le storie dirette dei vigili del fuoco. È questo il tema del libro “Cronache dalle macerie: I racconti dei soccorritori in un mondo sottosopra” che verrà presentato alla chiesa della Madonna della Quercia ad Arrone lunedì prossimo alle 17 e 30. Sarà presente l’autore Stefano Zanut, architetto e dirigente del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.

L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione Aladino Onlus di Terni, in collaborazione con l’istituto comprensivo “G.Fanciulli” di Arrone e con il patrocinio della Provincia di Terni e dei Comuni di Arrone, Ferentillo, Montefranco e Polino. Protagonisti sono i vigili del fuoco di Pordenone che hanno operato durante il sisma nel centro Italia del 24 agosto e del 30 settembre di due anni fa. Attraverso un racconto a più voci si ripercorre la storia di uomini e donne che si definiscono “comuni” ma hanno messo la propria vita a disposizione degli altri.

Il libro riporta diverse testimonianze come quella di Sabino che racconta l’emozione di quando Greta, pastore belga alla sua prima missione operativa, individua una bambina sotto le macerie. Proprio grazie al suo intervento fu stata salvata, ma c’è anche la storia di Stefano e Daniele che descrivono la gestione dell’emergenza con persone disabili. Zanut propone anche una riflessione sulla figura dei vigili del fuoco, che vengono percepiti solo quando l’emergenza occupa i nostri pensieri ed una volta compiuto il proprio dovere tornano invisibili fino alla successiva richiesta d’aiuto. Unico modo per arginare la disparità delle forze in campo è nel lavorare insieme, valorizzando il ruolo della squadra, che non è una somma di uomini ma una nuova entità ben più forte.