Rifiuti, i dati sui Comuni Ricicloni certificati da Regione Umbria e Arpa. Funziona il porta a porta spinto

di Gesenu
(riceviamo e pubblichiamo)

BASTIA UMBRA (Perugia)  – Sono stati presentati i dati di Legambiente riguardanti i Comuni Ricicloni 2018: c’è Bastia Umbra al terzo posto tra i comuni umbri virtuosi sopra i 20.000 abitanti. La classifica, che tiene conto della percentuale di raccolta differenziata e viene stilata in base alla produzione pro capite di rifiuto non differenziato a smaltimento, vede al primo posto Narni com il 74,1%, Terni al 71,8%, Bastia Umbria con il 69,1% e Orvieto al 68,6%.

In riferimento ai dati certificati dalla Regione Umbria 2017 e ai dati ARPA Umbria aggiornati al secondo trimestre 2018 si evince che il Comune di Bastia Umbra è uno dei più virtuosi della Regione Umbria, raggiungendo nel periodo attuale la percentuale di raccolta differenziata di oltre il 70% di rifiuti raccolta in maniera separata e avviati a recupero, molto vicina agli ambiziosi obiettivi regionali del 72,3%.
Oltre agli ottimi risultati raggiunti in termini quantitativi va evidenziato come da anni nel Comune di Bastia Umbra sono attivi sistemi di raccolta che puntano all’eccellenza della qualità delle frazioni recuperabili come la raccolta monomateriale del vetro e la raccolta domiciliare della Frazione Organica in tutto il territorio comunale. Quest’ultima tipologia di raccolta oltre ad avere notevoli riscontri ambientali, consente di ottenere delle percentuali di materiale estraneo molto basse, rispetto ad una raccolta di prossimità e tale evenienza apportare notevoli benefici economici all’Amministrazione Comunale e così alla collettività. Infatti, come stabilito dall’AURI con la Delibera n.58 del Consiglio Direttivo del 26/10/2018, la tariffa di conferimento agli impianti di trattamento della frazione organica per l’anno 2018 per il Comune di Bastia Umbra è stata individuata in circa 106 €/ton vista l’elevata qualità della frazione raccolta nel territorio, significativamente inferiore (di circa 30 €/ton) rispetto a quella competente ad altri comuni che non hanno ancora implementato un sistema di raccolta simile a quello di Bastia Umbra. Oltre a ciò va sottolineato come la qualità della frazione organica porta inevitabilmente ad una diminuzione dei quantitativi prodotti e quindi indirettamente ulteriori minori a costi di trattamento.

Raccolta differenziata

Tale risultato dimostra la bontà in generale del modello Porta a Porta spinto implementato nel territorio con contenitori esclusivi in possesso alle utenze e allo stesso tempo dimostra come una proficua collaborazione tra l’Amministrazione Comunale ed il Gestore, corroborata da un’unità di intenti, porti a notevoli benefici tangibili per la collettività e per l’ambiente stesso. Va sottolineato come all’interno della complessa situazione regionale, il Comune di Bastia Umbra è stato uno di quelli che hanno subito meno le conseguenze degli aumenti tariffari per lo smaltimento delle frazioni non recuperabili, grazie appunto alla lungimiranza dell’Amministrazione Comunale in accordo con il Gestore.
Un ulteriore passo in avanti è stato fatto nel 2018 per mezzo dell’installazione di oltre 100 campane stradali in tutto il territorio comunale, così come privilegiato dalle linee guida ANCI-COREVE per il migliore conferimento della frazione vetrosa da parte dei cittadini bastioli.

Questo permette di intercettare e raccogliere in maniera separata oltre 50 tonnellate di vetro in media ogni mese che rappresenta un ottimo risultato in termini di riduzione dell’impatto ambientale dei rifiuti. Basti pensare che l’utilizzo del vetro riciclato implica numerosi vantaggi dal punto di vista ambientale a partire da una maggiore efficienza produttiva: con 100 chili di rottame si ricavano 100 chili di prodotto nuovo, mentre sono necessari 120 chili di materie prime per ottenere 100 chilogrammi di nuovo prodotto. E non solo, il riutilizzo degli scarti di vetro permette anche di ridurre il consumo di energia e di emissioni in atmosfera, delle industrie preposte.
Da anni il Comune di Bastia Umbra è pioniere in iniziative innovative per il miglioramento della raccolta differenziata e la corretta ripartizione dei costi del servizio sui cittadini, volendo agevolare i più virtuosi. In quest’ottica nell’arco del 2018 sono state installate le prime due Ecoisole Informatizzate della Regione Umbria, che hanno riscosso notevole successo in termini di utilità e tracciabilità dei conferimenti, da cui stanno prendendo spunto i Comuni vicini (e.g. il Comune di Perugia ne ha appena installate n.10 ) anche nell’ottica dell’ormai imminente applicazione della tariffa puntuale nel 2019. Infatti il Comune di Bastia sarà uno dei primi Comuni umbri ad applicarla, dopo aver intrapreso assieme al Gestore un percorso virtuoso rivolto all’informatizzazione e allo sviluppo tecnologico della raccolta dei rifiuti, che permetterà una più razionale ed equa ripartizione della tariffa in base al principio stabilito dalle normative europee di settore del “Pay as you throw”.

Francesco Fratellini e Stefano Ansideri
Francesco Fratellini e Stefano Ansideri

«Ho accolto con soddisfazione – commenta il sindaco di Bastia Umbra Stefano Ansideri – i dati forniti da Arpa Umbria e fatti propri da Legambiente Umbria, secondo i quali il Comune di Bastia Umbra risulta essere il primo Comune riciclone in tutta la Provincia di Perugia e fra i primissimi del territorio regionale. Un ringraziamento va ai Cittadini di Bastia che con il loro impegno hanno reso possibile il raggiungimento degli importanti successi, dimostrando sensibilità per il rispetto dell’ambiente. Nella direzione di migliorare ancora le funzioni connesse alla raccolta differenziata, in data odierna è stato presentato al Comune di Bastia il nuovissimo automezzo che sarà utilizzato nel nostro territorio rispettoso anch’esso dell’Ambiente in quanto alimentato a gas metano».
«Il mezzo nuovo messo in funzione da Gest lunedì mattina – dice l’Assessore all’Ambiente Francesco Fratellini – rispetta in pieno la filosofia della nostra Amministrazione che è quella di dotare il territorio di servizi all’avanguardia che migliorano il decoro urbano nel rispetto dell’ambiente e aumentano la sicurezza dei cittadini e dei lavoratori. A testimonianza di questo ricordo anche il premio che il Comune di Bastia ha ricevuto, per il secondo anno, da Legambiente come “Comune Riciclone”, grazie anche ai metodi innovativi di raccolta messi in campo dal 2013 che garantiscono una elevata qualità e quantità dei rifiuti differenziati. Il merito principale di questi risultati, è soprattutto di Cittadini che ringrazio e che con spirito di sacrificio collaborano con l’Amministrazione ed il Gestore per applicare buone pratiche messe a disposizione con il servizio di igiene urbana».