Prima in nave, poi nascosti nella stiva di un camion: il loro viaggio è terminato a Rivotorto di Assisi

ASSISI (Perugia) – Dall’Iran all’Italia, passando per la Grecia, coi documenti contraffatti. Arrivando prima in Puglia, a bordo di una nave, e poi su, fino in Umbria, nascosti all’interno di un mezzo pesante in viaggio lungo il Belpaese. Il viaggio clandestino dei due uomini, uno di 23 l’altro di 35 anni, entrambi iraniani, è terminato a Rivotorto di Assisi. Dove gli agenti della Volante li hanno intercettati qualche giorno fa.

Immaginate lo stupore degli agenti alla vista dei documenti «palesemente contraffatti», riferiranno, in loro possesso. Uno della Repubblica Ceca, l’altro della Romania. La confessione «a stento, con qualche parola di inglese» dei due clandestini non è bastata a evitargli l’arresto per detenzione di documenti falsi e il processo per direttissima al termine del quale i due stranieri, di nazionalità iraniana, sono stati sottoposti alla procedura di espulsione.