L’evento nell’ambito di UmbriaMiCo, Festival del Mondo in Comune

PERUGIA – Lunedì 10 dicembre dalle 15 alla sala della Partecipazione di palazzo Cesaroni, a Perugia, si terrà la conferenza ‘La cooperazione internazionale per un mondo interconnesso & Agenda Onu 2030’, incontro voluto dalla Ong Tamat e Regione Umbria.

L’evento si inserisce nel quadro della prima edizione di UmbriaMiCo Festival del Mondo in Comune coordinato da Tamat e finanziato da Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (Aics) con partner istituzionale la Regione Umbria e si svolge in occasione del 70esimo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani.

A portare i saluti in apertura sarà Marco Vinicio Guasticchi, vicepresidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria. Parteciperanno all’incontro tra gli altri Gianni Bottalico di Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (ASviS), già presidente nazionale di Acli e cofondatore dell’Alleanza contro la povertà in Italia, con un contributo sullo stato dell’arte dell’Agenda 2030 in Italia; Silvia Stilli, presidente e portavoce dell’Associazione delle Ong italiane (Aoi), e Luca Merotta, ricercatore della Fondazione Ismu (Iniziative e studi sulla multietnicità), con i dati dal 24esimo rapporto annuale appena pubblicato e lanciato a Milano alla presenza della direzione generale della Cooperazione internazionale e dello sviluppo della Commissione europea sui fenomeni migratori in Italia. Interverranno inoltre Anna Ascani della Direzione regionale Programmazione – Servizio Affari Internazionali ed Europei, Piero Sunzini, direttore di Tamat, e Luciano Giannelli del Centro Internazionale per la pace fra i popoli.

‘La cooperazione internazionale per un mondo interconnesso & Agenda Onu 2030’ porta al pubblico della città di Perugia, della società civile, dell’università e dell’associazionismo un dibattito aperto sui temi di migrazione, diaspora, intercultura, sviluppo e cooperazione internazionale con le esperienze produttive sul campo di Tamat e Cipa – Centro internazionale per la pace fra i popoli.