Il calendario dell’associazione di Assisi: protagoniste le donne operate, testimonial della battaglia contro il cancro. Lo spettacolo al Lyrick e il video della presentazione

PERUGIA – Un calendario, dodici scatti, tante donne e una speranza: battere il cancro. È stato presentato il calendario fotografico 2019 dell’associazione Punto Rosa di Assisi, onlus impegnata sin dal 2009 nel territorio assisiate (e non solo) a sostegno di donne operate di tumore al seno e dei loro familiari.

Nelle immagini del nuovo calendario sono ritratte le donne dell’associazione che da oltre un anno frequentano un corso propedeutico di teatro alla Innuendo Academy di Foligno, diretto dal regista Lawrence Dionigi. Le stesse saranno protagoniste di uno spettacolo teatrale in occasione del decimo anno di attività della onlus.
Alla presentazione della nuova inizitiva delle “farfalle” del Punto Rosa sono intervenuti Donatella Porzi (presidente dell’assemblea legislativa dell’Umbria), Stefania Proietti (sindaco di Assisi), Silvana Pacchiarotti (presidente associazione Punto Rosa), Lawrence Dionigi (regista Innuendo Academy), Marco Agabitini (Agenzia Comunicazione). Presenti  anche i due medici del comitato scientifico dell’associazione Punto Rosa, Luciano Carli e Marino Cardellini, e la dirigente del distretto e presidio di Assisi, Gigliola Rosignoli. In veste di moderatore il professor Giovanni Zavarella.

Un sentito ringraziamento è stato rivolto dal professor Giovanni Zavarella, introducendo il video di presentazione del Calendario 2019, alle donne del Punto Rosa capaci di «trasferire il loro dolore in un grande impegno». Donne che sono in grado di offrirci «la garanzia che si può rinascere».
«Siete un grande esempio per tutti noi – ha esordito Donatella Porzi – Un esempio che ci date quotidianamente con il vostro sorriso». La presidente ha sottolineato che la forza delle “farfalle” del Punto Rosa risiede nella condivisione di esperienze e nella grande unità che c’è all’interno del gruppo. Un atteggiamento che le porta a superare insieme momenti particolarmente difficili. A queste donne, portatrici di speranza, il merito di essere molto creative in tutti i loro progetti e di «entrare nel cuore della nostra comunità».
È motivo di orgoglio, per Stefania Proietti, che il Punto Rosa abbia sede proprio nella città di Assisi «seppur ormai – ha aggiunto rivolta alle farfalle – siete volate molto più lontano». I complimenti del sindaco vanno anche a ciò che l’associazione organizza di volta in volta «perché ogni anno voi riuscite a fare sempre di più» e sempre con maggiore entusiasmo. «Il nostro percorso – continua riferendosi all’amministrazione comunale – continua al vostro fianco perché lo meritate» e perché i valori in cui credono le donne dell’associazione si sposano perfettamente con quelli della Città di Assisi.

PuntoRosa pres 2019 (3)

«Decimo anno del Punto Rosa – asserisce Silvana Pacchiarotti – Se l’associazione opera con successo da tanto tempo è solo grazie a tutti coloro che collaborano con noi». La Presidente ha speso una parola di ringraziamento per tutti coloro che, ognuno nel proprio ruolo, si adoperano per mandare avanti il grande motore del Punto Rosa e a chi «ci ha sostenuto, ci sostiene, e lo fa ad ogni ora del giorno e della notte».
Marco Agabitini, che per il terzo anno consecutivo è tornato a occuparsi delle fotografie del calendario, ha espresso ammirazione per la grande vitalità del Punto Rosa e si è soffermato a descrivere alcune fasi del lavoro di questo anno. Fasi delicate perché non si tratta di immagini qualunque, ma di fotografie che ogni anno hanno un compito importante, quello di «portare un messaggio di speranza».
«Il teatro è comunicare con il corpo», ha spiegato Lawrence Dionigi. «Queste donne hanno dovuto ricostruirsi» che è poi, per certi versi, ciò che accade su un palcoscenico agli attori. Il progetto teatrale non è ancora terminato e il passo successivo per le tredici donne sarà lavorare con “la gestione dell’emotività”. Un viaggio che proseguirà fino al prossimo 23 febbraio.

“Siamo noi”, lo spettacolo in teatro

Lo spettacolo teatrale dal titolo “Siamo Noi” andrà in scena il 23 febbraio al teatro Lyrick, gentilmente concesso dall’amministrazione comunale di Assisi all’associazione. Il progetto teatrale coinvolge tredici donne del Punto Rosa (in veste di attrici per la prima volta) operate di tumore al seno, che hanno affrontato insieme la loro esperienza nella malattia. Sul palco della città serafica, condivideranno con il pubblico la loro intimità nella messinscena frutto di un anno di lezioni teatrali propedeutiche. Lo spettacolo proporrà agli spettatori varie figure di donne, specchio della nostra società, che si incontrano come in un salone del libro, intente a raccontare se stesse e le rispettive esperienze l’una all’altra, fino all’incontro con la malattia. Da questa, alla fine, usciranno con una vera e propria “danza alla vita”. La performance, in cantiere da quasi due anni per festeggiare i dieci anni dell’operato del Punto Rosa, è stata progettata in collaborazione con Lawrence Dionigi della compagnia Innuendo Academy che ne ha curato drammaturgia, sceneggiatura e regia. Presenterà la serata Lucia Dionigi, saranno presenti un’attrice e un ensemble musicale di Innuendo Academy, service a cura di Francesco Calderini.

Il video: