Il consigliere regionale Marco Squarta: Anas prenda provvedimenti finché non verranno assegnati i lavori per rifare daccapo l’intervento

PERUGIA – «I lavori nel tratto di raccordo che collega gli svincoli di Madonna Alta e Ferro di Cavallo, a Perugia, devono essere svolti durante la notte e nel weekend per evitare i disagi agli automobilisti». Lo propone il consigliere regionale Marco Squarta (FdI – portavoce opposizioni centrodestra).

«La pioggia e le vibrazioni provocate dai camion sul viadotto Genna – spiega l’esponente di Fratelli d’Italia – fanno puntualmente saltare l’asfalto provocando dissesti sulla carreggiata che danneggiano braccetti, gomme e ammortizzatori delle auto che transitano sul raccordo. A ciò si aggiungono le interminabili code in cui rimangono intrappolati pendolari e viaggiatori che ogni giorno entrano e escono da Perugia. Questo calvario deve terminare – aggiunge il consigliere – ma finché non verranno assegnati i lavori per rifare daccapo l’intervento è opportuno che Anas prenda provvedimenti, quanto meno per limitare i disagi provocati agli automobilisti dal punto di vista economico e sul fronte dei ritardi. I cantieri lungo il viadotto Genna – conclude Squarta – devono essere installati durante le ore notturne e durante i weekend, ossia quando il traffico non è congestionato. È impensabile limitare il numero di corsie quando in quel tratto di strada si trovano a passare decine di migliaia di auto».