L’auspicio di Nidil e Fiom Cgil: «Inizio di un percorso che porterà alla stabilizzazione di tutto il personale presente oggi in azienda»

MONTONE (Perugia) – Il 31 ottobre, dopo quello che i sindacati definiscono un «fattivo confronto con l’azienda Cvc del gruppo Trigano», azienda che produce Camper a Montone, è stato firmato un accordo per la stabilizzazione di 16 operai, che passeranno dal regime di somministrazione ad un contratto a tempo indeterminato.

Nell’accordo si legge che «la scelta dei lavoratori da trasformare a tempo indeterminato avverrà tenendo conto sia della anzianità lavorativa sia delle esigenze tecnico, organizzative e produttive aziendali» e che «i lavoratori attualmente in forza alla Cvc Srl, che non rientreranno fra le 16 stabilizzazioni, saranno comunque prorogati fino al 2 agosto 2019 (con la sola eccezione dei lavoratori attualmente in forza per ragioni sostitutive)».

Le parti avvieranno poi un piano di incontri, a partire dal mese di giugno 2019, per «esaminare, alla luce dell’andamento del mercato e delle previsioni di fabbisogno produttivo per la stagione seguente, la possibilità di effettuare ulteriori stabilizzazioni e di prorogare ulteriormente i contratti a termine in essere (sia diretti che tramite somministrazione) usufruendo delle possibilità di delega alla contrattazione aziendale previste dal decreto legge 87/2018 convertito dalla Legge n. 96 del 9 agosto 2018».

«È l’inizio di un percorso di stabilizzazione dell’occupazione in un’azienda che ha visto in questi ultimi anni una significativa crescita – affermano Vanda Scarpelli e Maurizio Maurizi, per Nidil e Fiom Cgil di Perugia -. Una crescita che necessita però di manodopera stabile e qualificata. Siamo soddisfatti di questo risultato che si determina dentro un accordo complessivo e auspichiamo che questo sia l’inizio di un percorso che porti alla stabilizzazione di tutto il personale ad oggi presente».