Luogo e modalità

GUARDEA (Terni) – Anche il Comune di Guardea ha istituito il Registro delle Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT), meglio conosciuto come testamento biologico. Il registro è stato collocato nell’ufficio dei servizi demografici e distato civile ed è a disposizione dei cittadini interessati, i quali, specifica il Comune, devono consegnare personalmente i modelli per l’autorizzazione testamentaria.

Sempre il Comune precisa inoltre che il disponente deve essere persona maggiorenne capace di intendere e di volere e residente nel comune. Al disponente l’ufficiale di stato civile non può fornire pareri, informazioni o avvisi in merito al contenuto della dichiarazione depositata ed ha il compito soltanto di verificare i presupposti della consegna, con particolare riguardo all’identità ed alla residenza del disponente.

Nel vademecum pubblicato dall’amministrazione si ricorda che ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di un’eventuale futura incapacità di autodeterminarsi e dopo avere acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte, può, attraverso le DAT, esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari. Indica, altresì, una persona di sua fiducia, di seguito denominata «fiduciario», che ne faccia le veci e la rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie (ptn 715/18 16.15)